Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
11 novembre 2012

A San Siro spunta la Viola. Milan al tappeto. Gli Highlights

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

La Fiorentina vince 3-1. Gol di Aquilani, Borja Valero e El Hamdaoui. Di Pazzini la rete rossonera. Pato ha sbagliato un rigore calciando in tribuna

MILAN-FIORENTINA 1-3
10' pt Aquilani (F), 35' pt Borja Valero (F), 15' st Pazzini (M), 43' st El Hamdaoui (F)

Guarda la cronaca del match


GUARDA LE PAGELLE

A Milano è un profondo rossonero. La Fiorentina espugna San Siro e costringe il Milan ad una sconfitta tanto cocente quanto netta e inattaccabile. Il campo dice 3-1, con i gol di Aquilani, Borja Valero e El Hamdaoui. La rete di Pazzini ha dato un po’ di linfa ai suoi, ma non abbastanza per riportare la gara sui binari giusti. I viola salgono a quota 24 in classifica e continuano a tampinare il Napoli, terza forza del campionato. La squadra di Allegri rimane a 14 punti e si vede scavalcare da Cagliari e Udinese.

La Fiorentina è un bel vedere. Gioca, diverte, segna e vince. Il 3-5-2 di Vincenzo Montella è uno schema ormai collaudato. In serie A se ne sono accorti tutti. Incluso il Milan, che ha pagato sulla sua pelle l’organizzazione tattica messa in campo dell’ex Aeroplanino.

I viola vincono la gara schiacciando il Milan a centrocampo, dove Aquilani, Borja Valero e Pizarro fanno i padroni di casa. Davanti la coppia Toni-Ljiaic non fa rimpiangere l’assente  Jovetic. I due attaccanti si fanno rispettare: sgomitano, mettono in difficoltà la timida difesa milanista e, soprattutto, aprono gli spazi per gli inserimenti da dietro. E non è un caso se i primi due gol viola portano le firme di altrettanti centrocampisti. Al 10' Aquilani (un ex) mette a segno la rete dell’1-0. Al 38’ ci pensa Borja Valero a raddoppiare. Tra i due gol, Pato ha sbagliato un calcio di rigore (35’) calciando abbondantemente alto sopra la traversa e beccandosi i fischi dei suoi tifosi.

Il Milan ha fermato la sua striscia positiva a quattro partite (due pareggi e due vittorie tra campionato e Champions League). Per Allegri, quarta sconfitta in casa dall’inizio del campionato. Il merito è tutto di una Fiorentina che, a San Siro, ha fatto vedere cose da grande squadra. Per gli uomini di Montella quello di Milano era un esame di maturità: superato a pieni voti, grazie ad una spregiudicatezza e una personalità che a Firenze non si vedeva da un bel po’ di tempo.

Il gol del Milan l'ha messo a segno Pazzini (15' del secondo tempo). Ma allo scadere l’olandese El Hamdaoui ha insaccato il 3-1. È il sigillo.