Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
01 febbraio 2015

Toro scatenato come Quagliarella: tripletta per restare top

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

L'attaccante contribuisce al 5-1 con cui il Torino travolge la Sampdoria. La punta napoletana, che sabato ha compiuto 32 anni, sta così bene che, in questa finestra invernale di mercato, ha diversi corteggiatori. "Ma io sto benone qua"

"Ho sempre corso, tante volte non arrivo lucido sotto porta, ma oggi è andata bene: sono felicissimo, ma ancora più contento per la vittoria, la seconda di fila dopo quella con l'Inter". Fabio Quagliarella è in forma Champions e, con una sua tripletta, contribuisce al 5-1 con cui il Torino travolge la Sampdoria. La punta napoletana, che sabato ha compiuto 32 anni, sta così bene che, in questa finestra invernale di mercato, ha diversi 'corteggiatori'.

"Da quando gioco al calcio - ammette l'ex juventino a Sky - ad ogni sessione spunta il mio nome. Da una parte questo mi rende felice perché sono apprezzato da altre società, fa però piacere che il Toro mi tenga stretto e abbia rifiutato delle offerte". Dopo qualche problema iniziale, la squadra di Ventura sembra ormai navigare in scioltezza: "I risultati danno tranquillità. Abbiamo cambiato tantissimo e, come diceva il mister, dovevamo pazientare. Rispetto alle altre che lottano per la salvezza, abbiamo dieci partite in pi§ e non è un caso che siamo all'ottavo risultato utile di fila".

Per questo il Toro ora può sognare in grande: "La classifica è bella da guardare, abbiamo anche superato una corazzata come l'Inter che ha come obiettivo la Champions. L'Europa? Pensiamo a una partita per volta - conclude
Quagliarella - senza farci del male...".


"Abbiamo intepretato bene la partita contro la quarta in classifica: oggi abbiamo vinto per merito, non per demerito della Sampdoria". Così infine il tecnico del Torino, Giampiero Ventura, commenta il 5-1 con cui i granata hanno travolto i blucerchiati. "Siamo nella parte sinistra della classifica e questo ci fa piacere, ci fa fare un sospiro di sollievo" spiega il mister dei piemontesi.