Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
18 aprile 2016

Totti-Spalletti, ancora scintille. Ecco cosa è successo

print-icon

Dopo il gol del pareggio nel 3-3 contro l'Atalanta, nuovo diverbio tra il capitano e l'allenatore al ritorno negli spogliatoi. Qualcuno ha sentito la necessità di dividerli. Poi la dura intervista del mister: "Francesco non ha salvato nulla. Semmai è stata la squadra" . In serata ancora Spalletti: "Nessun litigio"

Prima il gol del pari rocambolesco con l'Atalanta, poi una lite clamorosa con il tecnico Spalletti nel corridoio che porta agli spogliatoi dello stadio di Bergamo: la giornata di Francesco Totti è un insieme di emozioni forti. Prima dell'intervista molto dura che Spalletti ha rilasciato sul capitano: "Lui non ha salvato niente, semmai è stata la squadra", il capitano e il mister si sono avvicinati tanto che qualcuno ha sentito la necessità di allontanarli. La situazione e il conflitto tra i due porterà a un addio sicuro dell'attaccante a fine stagione.
 



La versione di Spalletti - "Quanto leggo mi sorprende molto visto che, essendo stato espulso, non sono rientrato nel sottopassaggio con i calciatori. Ho atteso i giocatori nello spogliatoio e, ovviamente, ho avuto da dire visto che non ero contento di com'era andata la partita". Cosi' Luciano Spalletti. "Smentisco nel modo più categorico che ci sia stata una lite o, peggio ancora, uno scontro fisico con chiunque dei 'miei' calciatori. Io non metto le mani addosso ai 'miei' giocatori. Adesso basta perdere tempo, da domani al lavoro per il Torino".