Brasile, scontri tra tifosi e polizia in Vasco-Flamengo: un morto

Calcio

L'incidente è avvenuto al termine del derby di Rio, quando la polizia ha caricato i tifosi di casa che avevano iniziato a tirare bombe carta e seggiolini verso il terreno di gioco. Alcuni colpi di arma da fuoco hanno raggiunto al torace un tifoso di casa di 27 anni, arrivato già senza vita in ospedale. In corso un'indagine della magistratura

E' di un morto e un numero imprecisato di feriti il bilancio degli incidenti verificatisi al termine del derby di Rio de Janeiro tra Vasco da Gama e Flamengo giocato allo stadio Sao Januario e valido per il 'Brasilerao'. La vittima, secondo quanto ha reso noto la polizia locale, si chiamava Davi Rocha Lopes, aveva 27 anni, era tifoso del Vasco ed è deceduto a causa di alcuni colpi di arma da fuoco che lo hanno colpito all'altezza del torace.

La dinamica dell'incidente

Il tutto è successo al termine della partita, terminata 1-0 per il Flamengo, ed è stato scatenato dai tifosi di casa che prima hanno iniziato a divellere i sedili dello stadio e poi hanno comiciato a lanciare varie bombe carta sul campo e verso i poliziotti. A quel punto le forze dell'ordine hanno risposto con una carica e nella concitazione degli scontri sono partiti i colpi che hanno centrato il 27enne tifoso del Vasco, subito soccorso ma arrivato già senza vita in ospedale. La polizia ha fatto sapere che la magistratura sta indagando per capire come siano andate le cose e da dove siano partiti i colpi che hanno ucciso l'uomo. Oltre al 27enne altre tre persone sono state ricoverate in ospedale per ferite da colpi di arma da fuoco, ma non sono comunque in pericolo di vita.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche