Nizza, ecco Sneijder: "Non temiamo il Napoli, dobbiamo crederci"

Calcio

L'ex fantasista dell'Inter si presenta alla stampa e punta subito gli azzurri: "Io odio perdere. Abbiamo una possibilità contro il Napoli e dobbiamo crederci". E ancora: "Qui ci sono tanti giocatori di grande talento ed entusiasmo"

Nizza, ecco Wes. Un affare cercato, inseguito, voluto sia da Favre che dal presidente Rivere. Infine concluso, l'ex Inter sbarca a Nizza con tanto entusiasmo e voglia di vincere: "Io odio perdere!". Queste le sue parole in conferenza stampa, presentato insieme a Saint-Maximin. Testa subito al Napoli, prossimo avversario del Nizza nei playoff di Champions League: "Io odio perdere - dice Sneijder - Abbiamo una possibilità contro il Napoli e dobbiamo crederci. Non temo gli azzurri. Tutti ci dobbiamo credere. Ho sentito parlare molto bene dei nostri tifosi, sono molto caldi e questo mi piace". E ancora: "Nel 2010, all'Inter, non abbiamo mai pensato di vincere la Champions ma risultato dopo risultato abbiamo visto che era possibile. C'è sempre una possibilità". Questione di mentalità vincente: "Più invecchio, più miglioro, con l'età si diventa anche più saggi ma odio ancora oggi perdere, fa parte del mio carattere".

"Qui per una grande stagione!"

Continua Sneijder: "In Ligue 1 ci sono molti talenti, e ci sono anche qui al Nizza. Ma non guardo ai nomi quanto alla squadra e anche l'atmosfera che c'e' all'interno di un gruppo per me è una priorità. Anzi, è una delle cose che che mi ha convinto a venire qui. Voglio far parte di una squadra che ama e vuole a giocare a calcio e credo di averla trovata al Nizza". Sneijder ritroverà Balotelli: "Se mi ha consigliato lui di venire qui? Quando decido di intraprendere una nuova strada non chiedo ad altri giocatori, non è importante. Mi interessa solo parlare con la dirigenza e l'allenatore". E infine: "Debuttare col Troyes venerdì? Non credo, ma quando sarò pronto risponderò presente - continua l'ex fantasista dell'Inter - L'allenatore conosce le mie qualità e mi adatterò alle sue richieste per poter giocare di più. Giocare i Mondiali è un obiettivo, non si può dire di no, ma prima devo fare una grande stagione col Nizza. Sono molto orgoglioso e anche molto emozionato per l'accoglienza ricevuta, sono qui per aiutare la squadra e mostrare le mie qualità e dopo il mio primo allenamento ho delle belle sensazioni»

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche