Risultati Premier League: classifica, gol e highilighs della 12^ giornata

Calcio

Il City di Guardiola sa solo vincere e passa anche sul campo del Leicester. La prima inseguitrice è lo United di Mourinho, che batte 4-1 il Newcastle e rimane a -8. Subito dietro il Chelsea (4-0 sul campo del WBA) e il Liverpool (3-0 al Southampton), mentre continua la favola del Burnley, che rimane attaccato alle big con 22 punti

RISULTATI E CLASSIFICA DELLA PREMIER LEAGUE

Leicester-Manchester City 0-2

45' Gabriel Jesus, 49' De Bruyne 

Basta un gol per tempo al Manchester City per consolidare ancora una volta il primato in classifica. Apre le danze Gabriel Jesus al 45', che deve solo appoggiare in rete su assist di David Silva. Con il gol il brasiliano ha partecipato a 20 azioni da gol in 21 partite disputate con il City in Premier League: sono 15 le marcature e 5 gli assist. Fino a poco prima, però, la partita è stata equilibrata con il Leicester che ha saputo difendersi e non concedere troppo. Poi neanche il tempo di tornare in campo per la ripresa e arriva il 2-0. Sané trova De Bruyne che non ci pensa due volte e scarica un sinistro perfetto nell'angolo alto. City primo a quota 34, il Leicester rimane al 12° posto a quota 13 punti.

Manchester United-Newcastle 4-1

14' Gayle (N), 37' Martial (M), 45+2' Smalling (M), 54' Pogba (M), 71' Lukaku (M)

Lo United riabbraccia Ibra e Pogba e trova i 3 punti dopo lo spavento iniziale. Infatti il Newcastle trova il vantaggio con Gayle al 14' e riesce a mantenere il vantaggio per quasi tutto il primo tempo, ma crolla proprio sul finale di prima frazione e subisce l'uno due dei Red Devils, firmato da Martial e Smalling. In avvio di ripresa torna alla rete Paul Pogba, al rientro in campo dopo oltre un mese di infortunio, mentre al 71' chiude definitivamente i conti Lukaku. Ma è anche la grande serata di Zlatan Ibrahimovic, che riassaggia il pallone a sei mesi dall'infortunio ai legamenti della scorsa stagione. Per lo svedese 15 minuti e la standing ovation dell'Old Trafford, che nonostante il ritardo di 8 punti dal City continua a credere nella vittoria della Premier.

Wba-Chelsea 0-4

17' Morata, 23' e 62' Hazard, 38' Marcos Alonso

Tra Wba e Chelsea la partita è senza storia. In campo c'è solo una squadra: quella allenata da Antonio Conte. La pratica è già chiusa nel primo tempo con Morata e Hazard. Al 17' lo spagnolo insacca dopo una respinta corta di Foster sul belga. L'ex Real è poi protagonista sei minuti dopo, quando con un tacco fantasioso libera il numero 10 che si invola verso la porta, scarta il portiere avversario e la mette in rete. Al 38' Marcos Alonso fa tris: Fabregas calcia una punizione dalla sinistra cercando il secondo palo, l'ex viola quasi dalla linea di fondo calcia al volo e la mette dentro. Nel secondo tempo è sempre la stessa sinfonia e arriva anche il 4-0: Fabregas lancia Hazard che stoppa, salta secco Hegazy e col destro non perdona. Il Chelsea raggiunge quota 25 e non molla il City di Guardiola, rimanendo a -9. West Bromwich quartultimo a un solo punto dalla zona retrocessione.

Liverpool-Southtampton 3-0

31' e 42' Salah, 68' Coutinho 

C'è molta Serie A nella vittoria del Liverpool contro il Southtampton. Una doppietta di uno scatenato Salah e un gol di Philippe Coutinho permettono ai Reds di stabilirsi in 5^ posizione, agganciare l'Arsenal e portarsi a -1 dal Tottenham. L'ex Roma segna con un bellissimo sinistro a giro al 31', ben servito da Wijnaldum, e raddoppia al 42' anticipando l'uscita di Forster dopo un perfetto filtrante di Coutinho. E proprio l'ex Inter chiude i conti, a metà secondo tempo, ribadendo in rete la respinta del portiere del Southtampton che aveva momentaneamente respinto un tiro dai 15 metri di Firmino. I Reds volano, i Saints scendono al 14° posto, scavalcati dal Bornemouth vittorioso in casa.

Bournemouth-Huddersfield 4-0

26' , 31' e 84' Wilson, 65' Arter

Una tripletta di uno scatenato Callum Wilson, insieme al gol di Arter, permettono al Bournemouth di conquistare una larga vittoria contro l'Huddersfield e di staccarsi dalle zone più basse della classifica. I padroni di casa sono ora al 13° posto, scavalcando il Southampton travolto ad Anfield dal Liverpool. Ospiti sempre a metà classifica con 15 punti.

Burnley-Swansea 2-0

29' Cork, 40' Barnes

Il Burnley la decide nel primo tempo con le reti di Cork e Barnes e ora può sognare l'Europa League. Settimo posto in classifica alla pari dell'Arsenal (vittorioso nel derby di Londra contro il Tottenham) e del Liverpool (vincitore in casa contro il Southampton). Lo Swansea è penultimo in classifica, con soli 8 punti, a -1 dal West Ham terzultimo e -2 dal West Bromwich Albion.

Crystal Palace-Everton 2-2

2' Mc Arthur (C), 6' Baines (E), 35' Zaha (C), 45+2' Niasse (E)

Spettacolare la sfida salvezza tra Palace ed Everton, che chiudono la partita in parità. Passano solo 6 minuti ed è già 1-1: padroni di casa in vantaggio con Mc Arthur e pareggio degli ospiti con Baines. Zaha riporta poi avanti gli uomini di Hogdson ma nell'ultimo minuto di recupero arriva il 2-2 definitivo con Niasse. Crystal Palace ancora ultimo con soli 5 punti dietro a Swansea e West Ham. Everton 16° a soli 3 punti dalla zona retrocessione.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche