Calcio spettacolo? Sì, ma meglio vincere 1-0. Zeman e Sarri abbandonano l'estetica?

Calcio
zeman_sarri

Maurizio Sarri e Zdenek Zeman (stasera Pescara-Perugia, diretta Sky Sport 1), due allenatori che provano a coniugare il risultato con il bel gioco. Sulla carta almeno. Sono pronti a smentire tutto tornando alle origini, ma al momento Napoli e Pescara hanno dimenticato le goleade. Il risultato più di moda? La vittoria 1-0

CALCIOMERCATO: LE TRATTATIVE DI OGGI LIVE

SERIE A, LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA 22^ GIORNATA

Non hanno troppo in comune Sarri e Zeman. Al momento giocano con lo stesso modulo, ma per il boemo il 4-3-3 è una religione. Per l'ex Empoli è solo un'evoluzione, un adattarsi a nuovi giocatori e nuove ambizioni. Oltre il modulo, l'idea di base però è la stessa: vincere facendo un bel gioco, divertendo i tifosi. È risaputo, divertire ha sempre fatto rima con i gol e nelle partite del mister del Pescara non ne sono mai mancati. Non sono mai mancati nemmeno quelli subiti, che divertivano di più gli attacchi avversari e meno i tifosi delle sue squadre. Sarri nel 2017 ha messo in mostra un Napoli bello, brillante e in grado di andare a segno con continuità e qualità. Nell'ultimo periodo però il toscano e i suoi sembrano aver sacrificato un minimo l'estetica per lasciar spazio a qualcosa che per vincere non può mancare: cattiveria e cinismo. Il risultato è che, di questi tempi, in entrambe le piazze vige la regola del minimo sforzo: 1-0 e tre punti.

Il Napoli di Sarri, più bello o più vincente?

Contro la bestia nera Atalanta, gli azzurri hanno vinto 1-0 con il gol di Mertens, successo festeggiato con particolare entusiasmo. Stesso risultato della precedente trasferta, quella in Calabria contro il Crotone: in quell'occasione a decidere il match era stato Marek Hamsik. Prima di Natale, in Coppa Italia, il Napoli aveva superato il turno contro l'Udinese: vittoria 1-0 grazie ad Insigne. Altri due successi pesantissimi in trasferta con lo stesso risultato: ad ottobre all'Olimpico contro la Roma, a novembre sul campo dell'Udinese. Rispettivamente, prima Insigne e poi Jorginho. Sono ben 5 gli 1-0 vincenti in stagione, 4 dei quali arrivati dal 26 novembre ad oggi. Più o meno uno ogni quindici giorni. Vittorie non ampie, dunque, ma il gioco del Napoli in genere resta spettacolare.

Zeman perde il pelo...o il vizio?

E il Pescara? Per gli abruzzesi la trasformazione è di altro spessore, visto il punto di partenza così distante dal traguardo. Se al Napoli si può dire mancasse cinismo e cattiveria quando il gioco non brillava, i biancoazzurri guidati da Zeman avevano bisogno di equilibrio e misura. Il boemo sembra averli trovati, anche se la smentita resta dietro l'angolo. Al momento il campo dice che in Serie B il Pescara ha vinto 3 partite delle ultime 4, ottenendo 10 punti su 12 disponibili. Tre successi contro Novara, Venezia e Foggia: tutti per 1-0, con le reti rispettivamente di Brugman, Valzania e Mancuso. Insieme alle vittorie con Carpi e Parma, fanno 5 con lo stesso risultato in Serie B. E tre volte in appena un mese.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche