Sudan, la rivoluzione di Salma al-Majidi: è la prima allenatrice araba nel calcio maschile

Calcio
Salma al-Majidi, allenatrice del Al-Ahly di Al-Gadaref (getty)
GettyImages-940790694

La 27enne sudanese è la prima donna araba tesserata FIFA e allena l'Al-Ahly di Al-Gadaref: "Amo il calcio, sono diventata allenatrice perchè in Sudan non c'è ancora spazio per il calcio femminile"

La rivoluzione nel calcio arabo è già cominciata, e porta un nome ben preciso: quello di Salma al-Majidi. La chiamano “Sister Coach” ed è la prima tesserata araba della FIFA a guidare una squadra di uomini, l’Al-Ahly di Al-Gadaref, città del Sudan a est della capitale Khartoum. A soli 27 anni, Salma è pronta a farsi carico di una missione estremamente importante: “Perchè il calcio? Perchè è il mio primo e ultimo amore - ha spiegato all’agenzia Afp - Sono diventata un allenatrice perchè non c’è ancora spazio per il calcio femminile in Sudan", ha aggiunto al-Majidi, ammettendo che la sua squadra l'ha affettuosamente soprannominata, come detto, “Sister Coach”. Una storia, la sua, di tenacia, perseveranza e, soprattutto di parità, in un mondo, quello arabo, profondamente legato allo sport.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche