Turchia, ancora violenza: Gunes ferito, sospesa Fenerbahce-Besiktas

Calcio

Semifinale di Coppa di Turchia sospesa al 60' per disordini: colpito alla testa da un oggetto, l'allenatore del Besiktas è stato trasferito in ospedale. Rissa anche tra i giocatori nel tunnel: necessaria la polizia antisommossa per evitare il caos

Un episodio brutto e, purtroppo, tutt’altro che insolito dalle parti di Istanbul: ancora una volta un derby della capitale turca termina sotto il segno della violenza. Questa volta è toccato a Fenerbahce e Besiktas, la cui semifinale di Coppa non si è neppure conclusa. Il motivo? Al minuto 59 della sfida di ritorno tra le due squadre, un oggetto - molto probabilmente, secondo le indiscrezioni, si è trattato di un pezzo di seggiolino del Sukru Saracoglu Stadium - ha colpito l’allenatore del Besiktas, Senol Gunes, che è caduto a terra ferito alla testa (cinque punti di sutura per lui, ndr). Episodio, questo, che ha portato l’arbitro a sospendere il match, anche se, poco dopo, nel tunnel che porta agli spogliatoi gli animi si sono ulteriormente scaldati: è infatti scattata una rissa tra i giocatori delle due squadre, con il vice di Gunes, Erdinc Gultekin, che ha riportato delle ferite al volto. Per evitare che la situazione, già piuttosto grave, degenerasse anche sugli spalti, all’interno dello stadio sono intervenuti anche i poliziotti in assetto antisommossa. La sfida, ancora ferma sullo 0-0 (all’andata è terminata 2-2), potrebbe essere recuperato il prossimo mercoledì.

I più letti di calcio