Uruguay, nello stadio del Peñarol cresce... marijuana

Calcio

Un tifoso uruguagio ha pubblicato un video divenuto subito virale su Twitter: si vede una piantina crescere tra le tribune del "Campeón del Siglo", a Montevideo. Il consumo di marijuana in Uruguay è legale dal 2017

Gol, giocate, incitamento, coreografie: gli stadi sono la casa del calcio e nel bene e nel male, tra campo e tribune, si vede di tutto. Quanto sta accadendo in Uruguay, però, è probabilmente un unicum: nello stadio Campeón del Siglo di Montevideo, casa del Peñarol, tra le tribune cresce… marijuana. Lo documenta un video twittato da un tifoso locale e divenuto subito virale: la piantina sta crescendo spontaneamente tra gli scalini della tribuna e il tifoso, ironicamente, scrive: “Nel paese dove la marijuana è legale, non poteva essere altrimenti: nel nostro stadio crescono piantine tra il cemento!”. E in Uruguay le cose stanno proprio così: dal luglio del 2017 infatti è stata legalizzata la vendita di questa sostanza a scopo medico e ricreativo, come previsto dalla legge sul consumo decisa dal governo.

Peñarol: un po' di curiosità

E se per questa curiosa vicenda extra-calcistica del Peñarol si è parlato dappertutto, anche per quello che succede in campo la squadra merita attenzioni: i Manyas, infatti, sono vicini a vincere l’ennesimo campionato: a tre giornate dalla fine del Torneo di Clausura si trovano al primo posto in classifica con quattro punti di vantaggio sul Nacional, con lo scontro diretto in programma proprio nel prossimo turno. Il Peñarol, la squadra più titolata dell’Uruguay e tra le più importanti del mondo, è legato anche all’Italia: molti dei soci fondatori, infatti, erano piemontesi ed esattamente di Pinerolo: da qui il nome, che riprende anche quello di un quartiere di Montevideo sorto attorno ai possedimenti di un emigrato pinerolese nel diciottesimo secolo.

I più letti di calcio