Infinito Abreu: El Loco ha firmato con il Rio Branco, 28° club in carriera

Calcio

Nuova avventura in carriera per il 42enne attaccante uruguayano, mostro di longevità e giramondo per professione: è fatta con i brasiliani del Rio Branco, squadra della quarta divisione brasiliana. Si tratta della 28^ maglia diversa vestita da Abreu, già iscritto al Guinnes dei Primati nel 2016

TIFOSI CONTESTANO ABREU, LUI LANCIA UN TAVOLO

LA PAZZA CARRIERA DI ABREU: VIDEO

Due anni fa entrava nel Guinness dei Primati grazie al trasferimento al Bangu, formazione brasiliana che rappresentava la 23^ maglia diversa da lui indossata in carriera. Ebbene, prima di archiviare il 2018 dove aveva già militato in tre squadre diverse, Sebastian Abreu cala il poker personale e si conferma giramondo per professione. Lo ritroviamo in Brasile ma al Rio Branco, club della quarta divisione brasiliana a rappresentare la sua 28^ squadra in una parabola senza fine. Già, perché a 42 anni e con l’avvento nei professionisti risalente al 1994, El Loco non ha alcuna intenzione di smettere e continua a macinare record su record. "Finalmente è arrivato il giorno tanto atteso - ha comunicato Abreu sul sito ufficiale del Rio Branco -, i tifosi possono prepararsi a godersi un campionato statale sensazionale. Apprezzo l’affetto che mi hanno mostrato sui social network".

Insomma, vietato pensare al ritiro considerando soprattutto l’anno agonistico del Loco: ha giocato in Cile per il Deportivo Puerto Montt, l’Audax Italiano e il Magallanes, trasferimenti che precedono l’avventura in Brasile dove aveva già militato tra Gremio (1998), Botafogo e Figueirense (2010-2012) a precedere il passaggio al Bangu nel 2017. Sudamerica ma non solo nelle tappe di un centravanti intramontabile, 70 presenze e 26 gol con l’Uruguay a dispetto della valigia sempre in mano a livello di club. Ben 28 squadre e 10 Paesi differenti, vita da girovago che in Europa l’ha visto affacciarsi in Spagna al Deportivo (1997) e alla Real Sociedad (2011), agli israeliani del Beitar Gerusalemme (2008) e ai greci dell’Aris Salonicco nel 2009. Gol a tutte le latitudini e una ricca bacheca per El Loco del pallone, uno che non vuole ancora fermarsi dopo 24 anni di onorata carriera.

I più letti di calcio