Infinito Abreu: El Loco ha firmato con il Rio Branco, 28° club in carriera

Calcio

Nuova avventura in carriera per il 42enne attaccante uruguayano, mostro di longevità e giramondo per professione: è fatta con i brasiliani del Rio Branco, squadra della quarta divisione brasiliana. Si tratta della 28^ maglia diversa vestita da Abreu, già iscritto al Guinnes dei Primati nel 2016

TIFOSI CONTESTANO ABREU, LUI LANCIA UN TAVOLO

LA PAZZA CARRIERA DI ABREU: VIDEO

Due anni fa entrava nel Guinness dei Primati grazie al trasferimento al Bangu, formazione brasiliana che rappresentava la 23^ maglia diversa da lui indossata in carriera. Ebbene, prima di archiviare il 2018 dove aveva già militato in tre squadre diverse, Sebastian Abreu cala il poker personale e si conferma giramondo per professione. Lo ritroviamo in Brasile ma al Rio Branco, club della quarta divisione brasiliana a rappresentare la sua 28^ squadra in una parabola senza fine. Già, perché a 42 anni e con l’avvento nei professionisti risalente al 1994, El Loco non ha alcuna intenzione di smettere e continua a macinare record su record. "Finalmente è arrivato il giorno tanto atteso - ha comunicato Abreu sul sito ufficiale del Rio Branco -, i tifosi possono prepararsi a godersi un campionato statale sensazionale. Apprezzo l’affetto che mi hanno mostrato sui social network".

Insomma, vietato pensare al ritiro considerando soprattutto l’anno agonistico del Loco: ha giocato in Cile per il Deportivo Puerto Montt, l’Audax Italiano e il Magallanes, trasferimenti che precedono l’avventura in Brasile dove aveva già militato tra Gremio (1998), Botafogo e Figueirense (2010-2012) a precedere il passaggio al Bangu nel 2017. Sudamerica ma non solo nelle tappe di un centravanti intramontabile, 70 presenze e 26 gol con l’Uruguay a dispetto della valigia sempre in mano a livello di club. Ben 28 squadre e 10 Paesi differenti, vita da girovago che in Europa l’ha visto affacciarsi in Spagna al Deportivo (1997) e alla Real Sociedad (2011), agli israeliani del Beitar Gerusalemme (2008) e ai greci dell’Aris Salonicco nel 2009. Gol a tutte le latitudini e una ricca bacheca per El Loco del pallone, uno che non vuole ancora fermarsi dopo 24 anni di onorata carriera.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche