Brasile, maxi-rissa in campo: polizia usa spray urticante, tre giocatori in arresto. VIDEO

Calcio

Bilancio da guerriglia al termine della semifinale del campionato dello stato di Goias tra Atletico Goianense e Vila Nova: i militari hanno placato una maxi-rissa sparando gas urticante sui calciatori. Tre giocatori del Vila Nova sono finiti in arresto

FLAMENGO-PENAROL, GRAVI INCIDENTI PRIMA DELLA LIBERTADORES

Tre calciatori, un addetto stampa, un preparatore atletico e un dirigente arrestati, un fotografo ferito e la polizia che interviene sparando gas urticante. Non è il bilancio di una guerriglia urbana, ma della semifinale del campionato dello stato di Goias (zona centro-ovest del Brasile) tra Atletico Goianense e Vila Nova. Una maxi-rissa iniziata alla fine della partita, quando alcuni giocatori del Vila Nova hanno deciso di farsi giustizia da soli, scagliandosi contro l’attaccante dell’Atletico, Pedro Raul. Il centravanti dell’Atletico Goianense stava festeggiando la qualificazione alla finale del campionato locale, secondo i suoi avversari in maniera provocatoria. E allora via a spintoni, calci e pugni in serie: una guerriglia che ha costretto la polizia a “scendere in campo” utilizzando spray urticante.

Il bilancio della maxi-rissa

Dopo aver placato la rissa con le cattive i militari hanno arrestato tre giocatori del Vila Nova, Rafael Santos, Keke' e Patrick, e il preparatore atletico della squadra. Per quanto riguarda l’Atletico Goianense sono finiti in manette il dirigente Junior Murtosa e l'addetto stampa Leo Roque. Ad avere la peggio il fotografo ufficiale dell’Atletico, uscito dal terreno di gioco con una frattura alla gamba. Per la cronaca ha vinto l’Atletico Goianense 1-0: in virtù dell’1-1 dell’andata la squadra di casa ha raggiunto la finale del campionato.

I più letti di calcio