Emre Belözoglu, rissa con Torunarigha in Hertha Berlino-Fenerbahce: interviene la polizia

Calcio
emre_belozoglu_combo

L'amichevole tra Hertha Berlino e Fenerbahce finisce nel peggiore dei modi. Protagonista l'ex giocatore dell'Inter, coinvolto in un diverbio prima verbale e poi fisico con Torunarigha: l'episodio chiama in causa anche gli altri giocatori e costringe a intervenire la polizia locale...

CALCIOMERCATO, LE NEWS E LE TRATTATIVE LIVE

LE MAGLIE PIÙ INNOVATIVE DELLA PROSSIMA STAGIONE

Ricordate Emre Belözoğlu? Dal 2001 al 2005 abbiamo ammirato il suo talento in Italia, con la maglia dell'Inter. Ora, all'ombra dei 39 anni, è capitano del Fenerbahce, ma non ha perso la sua grinta in campo. Il turco è stato protagonista durante l'amichevole, disputata in terra austriaca (alla Profertil Arena), tra la formazione gialloblù e l'Hertha Berlino. Il match si è concluso con il punteggio di 2-1 a favore dei tedeschi, ma è finito al centro della cronaca per la rissa che si è scatenata prima in campo e poi nel tunnel degli spogliatoi. L'ex nerazzurro ha acceso un lungo diverbio con Jordan Torunarigha, difensore dell'Hertha, a causa di alcuni contrasti piuttosto duri da parte di quest'ultimo. All'ennesimo fallo subito, Emre è scattato e ha risposto con un altro intervento che è costato il cartellino giallo e portato i due giocatori a un duro faccia a faccia, con l'arbitro chiamato a sospendere la sfida per qualche minuto. Il battibecco non si è fermato lì e, dopo una serie di insulti a distanza, è proseguito negli spogliatoi. Le dimensioni del litigio sono sensibilmente aumentate, coinvolgendo alla fine anche gli altri compagni e i componenti dello staff delle due squadre, fino a costringere persino la polizia locale a intervenire per separare le parti in causa e placare gli animi. Secondo i media locali è stato il giocatore turco che, al triplice fischio del direttore di gara, ha inseguito Torunarigha nel tunnel e continuato la discussione. Tesi sostenuta anche da Rekik, allenatore dell'Hertha, e da Boyata, uno dei giocatori della squadra di Berlino: "Volevamo rientrare negli spogliatoi e invece lui è venuto verso di noi - hanno detto -. Capisco la rabbia, ma a fine partita bisognerebbe riprendere il controllo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche