Razzismo, prima categoria: insulti a un giocatore, capitano ritira la squadra

razzismo
ACCRINGTON, ENGLAND - APRIL 2:  A general view of the Crown Ground prior to the npower League Two League match between Accrington Stanley and Northampton Town at the Crown Ground on April 2, 2011 in Accrington, England. (Photo by Pete Norton/Getty Images)

E' successo a Cison di Valmarino, in provincia di Treviso - come riporta il Gazzettino - durante la sfida di prima categoria tra la squadra di casa e il San Michele Salsa. Uno spettatore ha rivolto un insulto razzista a un giocatore ospite, il capitano del San Michele gli ha quindi dato dell'"ignorante" venendo espulso. A quel punto la decisione di ritirare la squadra dal campo

Gli insulti razzisti di uno spettatore nei confronti di un giocatore di colore hanno indotto i compagni di squadra ad abbandonare il campo, causando così l'interruzione della gara. E' accaduto domenica - scrive Il Gazzettino - a Cison di Valmarino (Treviso), nella partita di prima categoria tra la squadra di casa e il San Michele Salsa di Vittorio Veneto (Treviso). L'episodio è avvenuto al 25' del primo tempo, quando dalle tribune si è sentito un chiaro epiteto razzista nei confronti del giocatore della squadra ospite, Ouseynou Deidhiou. Il capitano del San Michele, Miki Sansoni, ha dato dell'"ignorante" allo spettatore, venendo espulso dall'arbitro. A questo punto il capitano ha fatto uscire dal campo i compagni e la partita è stata sospesa. La decisione ha ricevuto il plauso sia dell'allenatore avversario che del dirigente del San Michele presente: "I ragazzi in campo - ha dichiarato - sono persone adulte, libere, intelligenti e mature. Ci assumeremo tutte le responsabilità, qualsiasi sia la decisione del Giudice sportivo, coscienti del fatto che è stato compiuto un atto giusto".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche