Vernydub, dalla vittoria col Real Madrid alla guerra: allenatore dello Sheriff si arruola

UCRAINA

L'allenatore delo Sheriff, che in Champions League aveva battuto il Real Madrid al Bernabeu e sfidato l'Inter nella fase a gironi, si è unito all'esercito ucraino per combattere l'invasione russa. Prima di lui anche altri esponenti del mondo dello sport avevano deciso di arruolarsi per difendere il proprio Paese

GUERRA UCRAINA-RUSSIA, LE NEWS IN DIRETTA

Dalla storica impresa contro il Real Madrid alla guerra contro la Russia. Può sembrare una parabola di fantasia, ma è la vera storia di Jurij Vernydub. L'allenatore ucraino dello Sheriff Tiraspol, che alla guida della squadra moldava esordiente in Champions League aveva battuto i Blancos di Carlo Ancelotti al Bernabeu nel match della fase a gironi dello scorso 28 settembre, ha infatti deciso di arruolarsi nell'esercito del suo Paese per combattere contro gli invasori russi

La scelta di Vernydub

La scelta di Vernydub ha un grande valore. Il cinquantaseienne di Zytomir, 150 chilometri a ovest rispetto alla capitale Kiev, guida lo Sheriff, club della Transnistria, territorio separatista in Moldavia con rapporti molto stretti con la Russia. Quella zona, ad esempio, funge anche da deposito per le munizioni del contingente di Mosca e in strada vengono esposte bandiere russe anziché moldave. In ogni caso, l'allenatore ha deciso di arruolarsi per difendere il proprio Paese, così come hanno fatto anche diversi altri sportivi.

russia 1

leggi anche

Fifa e Uefa sospendono la Russia da tutti i tornei

Gli altri sportivi ucraini arruolati

Oltre a Vernydub - che dopo l'impresa del Bernabeu ha affrontato nel girone di Champions anche l'Inter -, hanno deciso di arruolarsi nell'esercito ucraino anche gli ex campioni del mondo dei pesi massimi di pugliato Vitalij e Wladimir Klitschko, gli ex pugili Oleksandr Usyk e Vasiliy Lomachenko e i biathleti Dmytro Pidruchnyi e Yuliia Dzhima, quest'ultima medaglia d'oro a Sochi 2014.

de zerbi video ok

approfondimento

De Zerbi in Italia: "Da ucraini grande lezione"