user
28 marzo 2018

Viareggio Cup, Inter Fiorentina 2-1: un gol di Vergani regala l'ottavo successo ai nerazzurri

print-icon
bel

I nerazzurri conquistano Viareggio per l'ottava volta. Vantaggio della Fiorentina con Sottil, poi il pareggio di Belkheir e la rete decisiva di Vergani nei tempi supplementari, che sfrutta un clamoroso errore di Ghidotti e regala il secondo trofeo stagionale all'Inter

Inter-Fiorentina 2-1 dopo i tempi supplementari

46' Sottil (F), 79' Belkheir (I), 96' Vergani (I)

Inter (3-5-2): Pissardo; Zappa, Nolan, Rizzo (70' Corrado); Valietti (70' Vergani), Brignoli (106' Gavioli), Pompetti, Schirò (53' D'Amico), Sala; Merola (53' Rover), Adorante (53' Belkheir). All. Vecchi

Fiorentina (4-2-3): Ghidotti; Mosti (63' Ferrarini), Ceccacci (91' Visentin), Pinto, Ranieri; Valencic, Lakti (91' Gorgos); Maganjic (78' Hristov), Diakhatè, Sottil (89' Longo); Gori. All. Bigica

Espulsi: Pinto

Ammoniti: Ranieri, Nolan, Diakhatè, D'Amico

L'Inter rimonta la Fiorentina e si aggiudica per l'ottava volta la Viareggio Cup, tre anni dopo il successo in finale contro il Verona. La squadra di Bigica si era portata in vantaggio con Sottil all'inizio del secondo tempo, per poi essere raggiunta a 11 minuti dal termine da un gol di Belkheir. Nei tempi supplementari decide il 17enne Vergani, che sfrutta un clamoroso errore di Ghidotti e regala il trofeo ai nerazzurri. E' la seconda vittoria stagionale per i giovani dell'Inter, dopo la Supercoppa Italiana conquistata contro la Roma.

Le scelte

Stefano Vecchi conferma il 3-5-2 e rispetto alla semifinale vinta contro il Parma propone tre novità: Brignoli e Pompetti a centrocampo e Merola in attacco. Emiliano Bigica sceglie il 4-2-3-1 con gli stessi interpreti che hanno eliminato la Juventus con un netto 4-1. Le due squadre scendono in campo con una maglia in ricordo di Davide Astori. L’Inter inoltre indosserà il lutto al braccio per la scomparsa di Pierluigi Casiraghi e prima della sfida verrà osservato un minuto di raccoglimento per ricordare l'osservatore nerazzurro.

Primo tempo

Dopo 4 minuti Nolan ferma Lakti in maniera irregolare al limite dell'area. Il calcio di punizione battuto con il destro dal capitano della Fiorentina Diakhatè è alto sopra la traversa della porta difesa da Pissardo. Al 16' i viola reclamano un calcio di rigore per un presunto fallo di mano di Nolan dopo una conclusione ravvicinata di Maganjic. Al 26' Pinto svetta di testa con un'ottima scelta di tempo, ma non riesce a inquadrare la porta. Al 28’ Merola viene falciato al limite dell’area da Ranieri, ammonito da Damato. Pompetti di sinistro per poco non sorprende Ghidotti, bravo a distendersi e a respingere in calcio d’angolo. Al 34’ Gori sfrutta un errore di Rizzo e si invola verso la porta: la tempestiva uscita bassa di Pissardo induce all’errore il numero 9 della Fiorentina, che conclude a lato. Al 40' è ancora Pompetti a sfiorare il vantaggio per l'Inter su punizione: il sinistro del centrocampista nerazzurro dopo un insidioso rimbalzo viene respinto da Ghidotti. Ancora Inter al 43': Brignoli è bravo a mettere il pallone in mezzo per Schirò, che, troppo indietro rispetto alla linea del pallone, non riesce a battere Ghidotti.

Secondo tempo

Dopo 25 secondi Fiorentina in vantaggio con Sottil, che deposita in rete un cross basso di Maganjic, che aveva sorpreso i giocatori nerazzurri con una azione di forza sulla destra. L'Inter reagisce e per poco non trova l'immediato pareggio con un colpo di testa di Merola, sul quale Ghidotti compie un grande intervento. Al 48' è ancora Merola a sfiorare l'1-1 con un colpo di testa sul primo palo, che viene deviato da un giocatore della Fiorentina e si spegne sul fondo, dopo aver attraversato pericolosamente tutta l'area di rigore. Al 52' si rivede la Fiorentina con Gori, che calcia da buona posizione ma centra in pieno Rizzo. Vecchi al 53' decide di effettuare i primi tre cambi contemporaneamente (le sostituzioni previste sono sette) con gli ingressi di Belkheir, Rover e D'Amico al posto di Adorante, Merola e Schirò. Bigica è costretto a rinunciare Mosti infortunato: al suo posto dentro Ferrarini. Al 65' l'Inter va vicinissima al pareggio con Brignoli, che si fa trovare sul secondo palo ma ritarda la conclusione: il pallone deviato da Pinto esce di poco. Al 70' altri due cambi per Vecchi: fuori Rizzo e Valietti, dentro Corrado e Vergani. Bigica toglie Maganjic, autore dell'assist per Sottil, e inserisce il bulgaro Hristov. Dopo 79 minuti arriva il pareggio dell'Inter con Belkheir, che riceve da Brignoli in area di rigore e di sinistro batte Ghidotti. All'87' ci prova Sala con un potente sinistro dalla distanza, sul quale Ghidotti non si fa sorprendere. Sottil lascia il campo a un minuto dal termine, sostituito da Longo. L'arbitro Damato concede tre minuti di recupero prima del fischio finale: 1-1 e squadre ai supplementari.

Tempi supplementari

Due cambi per la Fiorentina: in campo Visentin e Gorgos per Ceccacci e Lakti. Al 96' Inter in vantaggio con il 17enne Vergani, che sfrutta un clamoroso errore di Ghidotti. Al portiere della Fiorentina sfugge il pallone dalle mani, con l'attaccante nerazzurro che trova la porta al secondo tentativo: sorpasso dei nerazzurri. La Fiorentina prova a reagire al 105' con un tiro di Ranieri dalla distanza, che termina alto sopra la traversa. Viola in dieci per la seconda ammonizione di Pinto, che commette fallo su Belkheir e viene espulso da Damato. All'inizio del secondo tempo supplementare ancora un cambo per Vecchi che sostituisce Brignoli con Gavioli. Al 107' è il solito Ranieri a cercare il pari, ancora con un tiro da fuori che termina alto. Al 117' contropiede interista, ma Vergani spreca calciando debolmente su Ghidotti, invece di servire Belkheir. L'Inter vince 2-1 in rimonta e conquista per l'ottava volta la Viareggio Cup.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi