user
13 agosto 2018

MLS, recupero e assist di 40 metri: la magia di Rooney fa esultare in extremis il DC United

print-icon

L'ex attaccante del Manchester United decide la sfida tra DC United e Orlando, recuperando palla da ultimo uomo al 95' e servendo l'assist vincente ad Acosta con un lancio di quaranta metri

ROONEY, UN BUNKER NELLA SUA VILLA

L'orologio corre e segna il novantacinquesimo, con ancora un minuto da giocare. DC United e Orlando City sono sul 2-2, al termine di una partita pazza e ricca di colpi di scena che, a 60 secondi dalla fine, non sono però ancora terminati. Su un angolo battuto dai padroni di casa, scatta il contropiede degli ospiti che si ritrovano in campo aperto e con la porta sguarnita, essendo il portiere Ousted salito in area avversaria a saltare. Due contro uno, ma a difendere c’è nientemeno che Wayne Rooney. La scivolata dell’ex attaccante del Manchester United è perfetta, intervento pulito e azione che riparte. Finita qui? Nemmeno per sogno. Pochi passi in avanti ed ecco un lungo traversone di 40 metri per la testa di Luciano Acosta che, sul gong, fa 3-2. L’urlo dell’Audi Field sale fino al cielo, assordante anche per le orecchie di Rooney, capace di piegare a favore dei DC United una partita che, nonostante la superiorità numerica, sembrava addirittura persa.

Il racconto del match

Una vittoria arrivata al fotofinish grazie all’assist di Rooney e alla testata di Acosta, capace di segnare tutti e tre i gol serviti al DC United per stendere Orlando. L’attaccante 24enne, con un passato nel Boca Juniors, porta in vantaggio la sua squadra per ben due volte, prima che l’autogol del portiere Ousted e la rete di Dwyer rimettano in equilibrio il match. Nel finale, però, ecco il recupero di Rooney e la sua splendida invenzione: una magia che regala tre punti ai DC United e gli permette di portare a casa una vittoria davvero insperata.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi