Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
22 settembre 2008

Allo stadio con il coltello. E' un presidente

print-icon
mel

Arrestato con l'accusa di detenzione abusiva di armi il massimo dirigente della Melitese, formazione che partecipa al campionato di Eccellenza. Il fermo subito dopo un'accesa discussione con alcuni tifosi avversari

In Eccellenza - Allo stadio con in tasca un coltello a serramanico: è l'accusa per la quale è stato arrestato il presidente della squadra di calcio della Melitese, Pietro Mesiano, di 39 anni, commercialista. L'arresto è stato eseguito ieri dai carabinieri della Compagnia di Scalea a Belvedere Marittimo a conclusione dell'incontro tra la squadra di calcio locale e la Melitese, valida per il Campionato di Eccellenza. Mesiano, dopo il fischio finale, ha avuto una discussione con alcuni tifosi del Belvedere per sedare la quale sono intervenuti i carabinieri. Mesiano, secondo quanto hanno riferito i carabinieri, dopo l'intervento dei militari ha continuato a dare in escandescenze. I carabinieri lo hanno cosi' sottoposto a perquisizione, trovandolo in possesso del coltello che nascondeva nella giacca. Il commercialista è stato arrestato con l'accusa di detenzione abusiva di armi in luoghi in cui si svolgono manifestazioni sportive.