Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
20 febbraio 2009

Ranieri, 100 giorni per vincere. A Palermo con Trezeguet

print-icon
juv

Claudio Ranieri non vuole distrazioni e spera ancora di ridurre il distacco dall'Inter

Il tecnico della Juve commenta il momento dei suoi alla vigilia della gara al Barbera: "In poco più di tre mesi giocheremo 18 gare, sta a noi farle diventare di più". L'Inter sembra inafferrabile: "Ma noi lotteremo fino alla fine". L'infermeria si svuota

COMMENTA NEL FORUM DELLA JUVENTUS

VINCERE E' ANCORA NELLE TUE MANI CON FANTASCUDETTO

"L'infermeria si sta vuotando, tra poco molti giocatori saranno al 100%". La Juventus è guarita e Claudio Ranieri può affrontare con tutte le risorse a disposizione il periodo più importante della stagione. "Siamo nel clou della stagione, in 100 giorni abbiamo 18 partite garantite, dipende da noi farle diventare di più", dice il tecnico bianconero alla vigilia della sfida in programma sul campo del Palermo. "Arrivare a questo punto e vedere l'infermeria che si svuota non può che darmi fiducia per il prosieguo della stagione. La squadra sta bene, ora dobbiamo avere quello slancio in più che solo la vittoria ci può  dare", dice.

In attesa di recuperare tutti gli elementi, Ranieri può permettersi anche di annunciare parte della formazione che scenderà  in campo al Barbera: "Sicuramente ci saranno dall'inizio Trezeguet, Chiellini e Camoranesi. Sono contento di poter avere tutti gli attaccanti a disposizione, non tutti sono sullo stesso piano di condizione, ma da loro mi aspetto gol importanti". Finalmente arriva il momento di Trezeguet, pronto a dare il suo contributo dopo un lunghissimo stop. Il francese a settembre è stato operato a entrambe le ginocchia. "David sta bene e vedendolo in allenamento, si capisce che non si è dimenticato come si fa a segnare. E anche i suoi compagni, che hanno giocato con lui per tanti anni, lo conoscono bene e sanno come servirlo", dice Ranieri

Dunque, la Vecchia Signora comincerà a pensare alla Champions League solo da sabato sera. Prima c'è il Palermo, poi tutti  lavoreranno per la doppia sfida contro il Chelsea. "Per noi sarà un bel banco di prova e nessuno penserà al Chelsea - conclude Ranieri - anche se per noi sarà una sorta di prova generale. Sappiamo cosa ci aspetterà, il Palermo è una squadra che sta facendo bene e che negli ultimi due confronti ci ha battuto. E' successo all'andata ed è successo nello scorso campionato. L'anno scorso per una prodezza di Cassani al termine di una partita in cui meritavamo i tre punti, all'andata abbiamo pagato la troppa voglia di  vincere", conclude Ranieri.