Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
02 ottobre 2009

De Laurentiis: "Per Montali c'è tempo. Donadoni confermato"

print-icon
mon

Futuro azzurro in vista per Gian Paolo Montali. Sarà quasi certamente lui il successore di Pierpaolo Marino

Cobolli Gigli benedice il passaggio in azzurro del consigliere d'amministrazione della Juve, ma il presidente del club campano frena. Intanto, fiducia rinnovata al tecnico. GUARDA GLI HIGHLIGHTS GRATIS SU SKY.it

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DEL NAPOLI

Il presidente della Juventus, Giovanni Cobolli Gigli, assicura di non essere a conoscenza della trattativa fra il Napoli e Gian Paolo Montali, ex ct della Nazionale italiana di pallavolo e consigliere d'amministrazione bianconero; ma ammette di vederlo bene per il ruolo di direttore generale del club partenopeo, al quale sembra candidato dopo il divorzio sportivo tra Aurelio De Laurentiis e Pierpaolo Marino.

QUI NAPOLI
- "Per me nel calcio non esistono i risultati a breve termine, ma quelli a lungo. Mi interessa molto di più la vita, la storia del club, il rapporto con i miei tifosi. Devo costruire qualcosa di solido, l'estemporaneità la lascio ad altri". Lo ha detto il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, davanti agli uffici della Lega a Milano, sul momento della squadra campana. "Donadoni in questo momento e' l'allenatore del Napoli e quindi ha la mia fiducia. Mi sembra di ricordare che domenica giochiamo contro la Roma, non è che domani mattina sarà sostituito affinchè contro la Roma giochi una squadra guidata
da un altro tecnico". Sulla situazione di classifica il numero uno del Napoli spiega: "Questi risultati dopo poche settimane possono fare riflettere su una serie di variabili, che possono includere anche l'allenatore. Ma che mi fanno pensare anche a un esame di coscienza, visto che ho le spalle larghe e posso anche prendermi le responsabilita' di altri, per chiedermi se gli acquisti che ho fatto sono funzionali all'impostazione del gioco del Napoli. Abbiamo comprato indubbiamente delle grandi personalità calcistiche e soprattutto professionisti e sportivi per bene, credo che mettendo a punto il progetto anche
loro potranno rendere piu' di quanto non abbiano reso fino ad oggi".

"La gente nel calcio si aspetta l'immediatezza, ma io sono un uomo paziente". "Mancini? Credo che sia molto vicino al presidente Moratti e quindi rispetto questa sua vicinanza. Se riuscisse a svincolarsi? Non ci ho mai pensato. E' un ottimo allenatore a determinate condizioni - sottolinea De Laurentiis -, non ho mai verificato se fosse uniformabile alle esigenze del Napoli. Ogni club ha bisogno di determinate personalità
piuttosto che di altre".

QUI JUVENTUS - Tornando a Montali, ecco cosa pensa Cobolli Gigli, presidente della Juventus: "Io lo vedo bene, poi deve vederlo così anche De Laurentiis. Negli ultimi tre anni Montali ha fatto  esperienza nel cda della Juventus. Ho sentito al telefono Montali quando ha detto che non sarebbe potuto venire con noi a Monaco. Non so se queste notizie siano vere, comunque - continua il numero uno bianconero -  Montali è un uomo di grande esperienza: sul campo ha gestito importanti eventi sportivi; e poi conosce molto bene lo sport in termini di formazione, visto che ancora adesso si occupa di gestione delle teste delle persone e dei giocatori".