Cina, maglia in difesa di Oscar: squalificato anche Hulk

Calcio
hulk

L'attaccante ex Zenit e il suo compagno di squadra, Wu Lei, dovranno saltare le prossime due partite per aver indossato una maglia a difesa di Oscar, squalificato per 8 giornate dalla Federazione cinese per aver scatenato una maxi rissa

La federazione calcistica cinese ha squalificato per due giornate il brasiliano Hulk e il compagno di squadra allo Shanghai SIPG, Wu Lei. Fin qui nulla di strano, se non fosse che la decisione è arrivata non per un'espulsione in campo o per qualche gesto antisportivo non ravvisato dall'arbitro, ma per una maglietta indossata dai due con su scritto: "Niente da fare, niente da dire". Il riferimento è alla squalifica di 8 turni inflitta all'ex giocatore del Chelsea, Oscar, reo di aver scatenato una rissa durante l'incontro con il Guangzhou R&F per aver colpito degli avversari con delle pallonate. Oltre il danno la beffa quindi per il club cinese che, oltre a dover rinunciare a tre suoi giocatori, dovrà fare a meno anche del suo allenatore per le prossime due partite. Villas Boas ha infatti subito lo stesso provvedimento per essersi lamentato, sul proprio profilo Instagram, della decisione presa nei confronti del trequartista verdeoro.

355 career games; 5 years in the English Premier League; 47 appearances for Brazil; 70 goals. ZERO RED CARDS!!! 8 games suspended 👎🏻

Un post condiviso da André Villas Boas (@officialavb) in data:

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche