Ghana, altra statua da incubo: questa volta per Asamoah Gyan. E l'elenco si allunga

Calcio
asamoah_statua

Nel mirino degli scultori questa volta ci è finito Asamoah Gyan. Ex Udinese e Sunderland, leggenda vivente del calcio ghanese. La statua che lo immortala a Kumasi non è fedelissima all’originale. E non è la prima volta che capita…

ESSIEN, UNA STATUA RIVEDIBILE PER L'EX CHELSEA

DA MARADONA A CR7, LE DISCUTIBILI STATUE DEI CALCIATORI

L’hanno fatto di nuovo, e questa volta il malcapitato è stato Asamoah Gyan. Un dispetto? Tutt'altro, visto che in realtà si tratterebbe di un’onorificenza. L’ennesima statua dedicata a un calciatore, realizzata però con sembianze però decisamente grottesche. Prima toccò a Cristiano Ronaldo, dunque fu la volta di Maradona. Recentemente Michael Essien e - stando al Sun in Inghilterra - lo stesso scultore si è riproposto anche in un’omaggio ad Asamoah Gyan, vera e propria leggenda vivente del calcio ghanese. La statua si trova a Kumasi, la seconda città più popolosa della nazione, e lo stesso Asamoah ha posato in una foto insieme al suo alter ego. La riuscita? Non perfetta, per usare un eufemismo. Braccia leggermente sproporzionate al corpo e gambe che fuoriescono dal terreno, quasi si trattasse di sabbie mobili. Di fedele all’originale c’è quantomeno l’insolito, per un attaccante, numero 3; e la ciocca di capelli bionda sulla sinistra.

Asamoah Gyan posa insieme alla sua statua a Kumasi, in Ghana (foto The Sun)

Asamoah è recordman di presenze con la sua nazionale: 102, più 52 gol: miglior marcatore all time. Col Ghana ha giocato tre Mondiali: 2006, 2010, 2014, con 6 gol messi a segno. Più quella semifinale storica sfiorata nel 2010, mancata proprio per un suo errore dal dischetto, all’ultimo minuto dei supplementari, nei quarti contro l’Uruguay (i sudamericani vinceranno poi ai rigori). Asamoah è passato anche per l’Italia, tra il 2004 e il 2008, prima al Modena e dunque nell’Udinese. Poi il Sunderland in Premier League e le ultime esperienze tra Arabia e Cina. Dal 2017 è in Turchia, al Kayserispor. Quinto in campionato, ma solo con cinque presenze e un gol all’attivo. Poco male, Asamoah Gyan rimane comunque una leggenda del suo calcio, nonostante in Ghana a rappresentarlo non ci sia una statua all’altezza del suo reale valore.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche