Siria, razzo colpisce il centro sportivo di Damasco: muore un giovane calciatore

Calcio
pallone_calcio

I razzi hanno colpito il centro sportivo più importante di Damasco, nel quartiere che ospita l'ambasciata russa: una giovane vittima e sette feriti

Si sono infranti troppo presto i sogni di Samir Mohamad Massoud, 12 anni, ucciso da un razzo lanciato dai ribelli siriani sul centro sportivo di Al Fayhaa (il complesso sportivo più importante del Paese), nel quartiere centrale di Mazraa a Damasco, dove si trova anche l'ambasciata russa. La giovane vittima giocava nelle squadre giovanili ed era uno dei calciatori più promettenti under 15, secondo quanto ha detto il presidente della squadra di calcio dell'esercito, Mohsen Abbas. I razzi hanno colpito il centro sportivo mentre la squadra si stava allenando e, come riferisce l'agenzia ufficiale Sana, altri sette piccoli calciatori sono rimasti feriti.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche