Thailandia, in salvo tutti i 12 ragazzi, l'allenatore è l'ultimo ad uscire

Sono tutti fuori e stanno bene i 12 ragazzini e l'allenatore che erano rimasti intrappolati nella grotta di Tham Luang il 23 giugno. "La notizia più bella dell'estate del calcio" scrive la Roma su twitter, il Manchester United li invita tutti allo stadio. La squadra dei Cinghiali non potrà però andare in Russia per la finale del Mondiale: i baby calciatori dovranno rimanere ancora in ospedale 

COS'È ACCADUTO DAL 23 GIUGNO A OGGI

Come un Mondiale. Perché da ogni parte del Globo sono arrivati mezzi, tecnologia e volontari. E perché ogni angolo della Terra per due settimane ha respirato la stessa angoscia. Tanto da trasformare una grotta nel nord della Thailandia nell'ombelico di un Mondo capace di specchiarsi nelle sue paure e di nutrirsi di quella solidale determinazione che rende possibili i miracoli. Ma perché la vicenda dei Cinghiali, la squadra di calcio di 12 ragazzini persi e ritrovati con il loro allenatore nelle viscere della terra, ha avuto una forza simbolica così globale? Probabilmente perché lì dentro c'è tutto, tutta la storia e l'essenza stessa dell'uomo.

C'è il vascello di giovani vite consegnate all'ancestrale paura del Minotauro, c'è il buio come dimensione sospesa tra il terrore e la rinascita (e che ha convinto il 14enne Powadek ad aspettare per giorni fuori dalla grotta il suo grande amico Nattawut solo per chiedergli se di quel buio avesse avuto davvero paura). C'è l'antro, tremendo portale che spalanca la dimensione degli inferi e che mette in comunicazione l'immanenza della realtà con la trascendenza della magia che domina la sorte. C'è la colpa che erode l'anima di un ragazzo di 25 anni che aveva perso tutto e che dedicandosi a quei bambini ha ritrovato il coraggio di vivere e insegnare, e c'è il perdono di quelle madri che lo liberano dal peso di una responsabilità che non abita in lui, ma nel destino. C'è l'eroismo di Saman, il sommozzatore volontario che ha perso la vita per salvare il mondo di sogni che animano quei ragazzi.

Ecco, i sogni. Quella materia affidata all'arte e dunque anche allo sport, perchè esorcizzi dolori e paure. Sogni a volte senza confini, a volte minimalisti. Per Chanin una bicicletta, per Prajac una carriera da professionista, per Sompong la Nazionale. Per tutti l'abbraccio di quegli affetti che sono legame indissolubile ma anche fragile diritto. Quella grotta, insomma, è la zona d'ombra dell'umanità, il perenne contrasto che rende transitoria la vita. L'insensatezza. Quella che secondo Wittgeinstein conduce alla corretta interpretazione del mondo. Ma che per una volta si scioglie in un'esultanza collettiva, come in un campo di calcio. Portando una risposta semplice a una domanda complessa. La filosofia da sempre si chiede cosa sia l'uomo: qualche volta, per saperlo, è sufficiente perdersi in un sorriso come questo.

1 nuovo post
- di Redazione SkySport24

Hanno lasciato la grotta e sono in buone condizioni anche i quattro Navy Seal - tra cui un medico militare - che per una settimana hanno fatto compagnia ai 12 giovani calciatori intrappolati con l'allenatore nella grotta Tham Luang. Lo ha annunciato Narongsak Osatanakorn, responsabile dei soccorsi

- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24

La squadra di calcio inglese del Manchester United ha invitato al suo stadio Old Trafford i 12 giovani calciatori thailandesi riemersi dalla grotta Tham Luang. Lo si legge sul profilo Twitter della squadra. "Siamo sollevati che i 12 calciatori e il loro coach intrappolati in una grotta in Thailandia siano ora al sicuro. Saremmo felici di dare al benvenuto alla squadra dei Wild Boars Football Club e ai loro soccorritori all'Old Trafford la prossima stagione", si legge nel messaggio. La Premiere League è il campionato di calcio di gran lunga più seguito dagli appassionati in Thailandia, e l'allenatore capo dei "cinghialotti" - non l'assistente allenatore Ekkamol Chantawong, rimasto intrappolato coi ragazzi - ha raccontato alla Bbc che la maggior parte dei ragazzi liberati tifa proprio per i Red Devils

- di Redazione SkySport24

Tre sub dei Navy Seal thailandesi e il medico australiano che hanno accudito i 12 ragazzi e l'allenatore negli ultimi otto giorni non sono ancora riemersi dalla grotta di Tham Luang. Lo hanno scritto pochi minuti fa i Navy Seal sulla loro pagina Facebook, confermando invece il ritorno in superficie dell'intera squadra di calcio

- di Redazione SkySport24
 
Il presidente americano, Donald Trump, si è congratulato su Twitter con i Navy Sails thailandesi e con tutti quelli che hanno lavorato per la liberazione dei dodici ragazzi e del loro allenatore. "A nome degli Stati Uniti, congratulazioni alla Thai Navy Seals e a tutti per salvataggio di successo dei 12 ragazzi e il loro allenatore dall'infida grotta in Thailandia. E' un momento così bello, liberati tutti, ottimo lavoro!"
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
 
"La notizia più bella dell'estate del calcio": così la Roma esulta, sul suo profilo twitter, al salvataggio definitivo della squadra di giovani calciatori thailandesi. Sopra la foto dei ragazzi e del navy seal thailandese morto nei soccorsi, il club giallorosso scrive:
"Tutti i 12 giovani thailandesi e il loro allenatore sono stati salvati dopo essere rimasti intrappolati in una grotta per due settimane. I nostri pensieri vanno alla famiglia del sub Saman Kunan, morto dopo aver portato ossigeno ai ragazzi. Un vero eroe"
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
  
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
 
 
 
Il primo ministro islandese, Katrin Jakobsdottir, è stato il primo leader mondiale a commentare la bella notizia
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
  
- di Redazione SkySport24

Sono tutti fuori, i 12 ragazzini e anche il loro allenatore, che erano rimasti intrappolati nella grotta di Tham Luang il 23 giugno. Lo riferisce l'emittente americana CbsNews

- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24

I più letti di calcio