Paul Gascoigne arrestato con l'accusa di violenza sessuale

Calcio

Ancora problemi per l'ex centrocampista inglese, accusato da una donna di essere stata toccata in modo inappropriato a bordo di un treno. Il 51enne è stato rilasciato in attesa di ulteriori indagini

GASCOIGNE, LA FIGLIA BIANCA È UNO SPETTACOLO: FOTOGALLERY

Paul Gascoigne non riesce a trovare pace. L'ex stella del calcio inglese è stato infatti arrestato con l'accusa di violenza sessuale e trattenuto per qualche ora dalla polizia nella stazione ferroviaria di Durham. Ad accusarlo una donna, rea di essere stata toccata in modo inappropriato su un treno in partenza di York. Il fatto risale allo scorso 20 agosto, Gazza è stato poi rilasciato in attesa di ulteriore indagini da parte della polizia per far luce sull'accaduto. Un episodio che complica ulteriormente la situazione del 51enne di Gateshead che cerca di combattere, ormai da lunghi anni, la sua dipendenza dall'alcool. Due anni fa poi l'ex centrocampista della Lazio ha dovuto affrontare un altro trauma familiare, la morte per overdose a 22 anni del nipote Jay Kerrigan. "È una perdita che fa malissimo - aveva dichiarato dopo il lutto -. Voglio sostenere tutti coloro che soffrono come ha sofferto mio nipote e cercare di aiutarli come non sono riuscito a fare con lui. Lui era consapevole che nessuno lo  avrebbe aiutato, anche mia sorella si è esposta per convincere qualcuno a curarlo ma nessuno ha fatto niente per lui". Durante l'ultimo Mondiale Gascoigne ha prestato la sua voce per commentare le partite a Sky Sports, abbandonando il programma prima della semifinale a causa di problemi personali, l'effetto dei sonniferi.

I più letti di calcio