ECA, Agnelli: "I club pronti per una nuova competizione Uefa"

Calcio

Il presidente della Juventus e dell'Associazione dei club europei ha informato l'assemblea circa la possibilità di organizzare una nuova competizione europea a partire dalla stagione 2021-2022: "Aspettiamo l'approvazione dell'Uefa". Champions a 32 squadre invariata fino al 2024

LA CHAMPIONS SU SKY, IL CALENDARIO DELLE ITALIANE

CHAMPIONS, SCARICA IL CALENDARIO IN PDF

IL CALENDARIO DELLE ITALIANE IN EUROPA LEAGUE

Più che un'idea, presto potrebbe essere una nuova realtà: una terza competizione Uefa che potrebbe giocarsi a partire dalla stagione 2021-22 e snellire, in questo modo, l'Europa League. In tutto 96 squadre ai nastri di partenza per tre competizioni suddivise ciascuna in 32 partecipanti. Anche di questo si è parlato durante l'assemblea generale dell'ECA presieduta dal presidente Andrea Agnelli. "In attesa dell'approvazione dell'Uefa - ha detto Agnelli - c'è il consenso dei 96 club per gocare la nuova competizione a partire dalla stagione 2021-22". A tal proposito Agnelli ha parlato anche di un aggiustamento del calendario: "L'attuale modello del calendario internazionale necessita di un ammodernamento, di un nuovo modello dopo il 2024". Quanto, invece alla Champions il format con 32 squadre resterà immutato fino al 2024.

VAR in Champions ed Europa League

Altro tema caldo, l'introduzione del VAR nelle competizioni europee: "Siamo molto rispetosi della richiesta che viene dalla Uefa per una corretta formazione degli arbitri - ha spiegato - affinché possano lavorare mantenendo lo standard richiesto come nei campionati che hanno introdotto il VAR. Speriamo che la Uefa, nella prossima stagione si trovi nella condizione di poterlo introdurre in Champions e in Europa League, lavoreremo tutti in quella direzione. Quando inizi a lavorare con il VAR e vedi che l'errore si riduce ancora del 5%, è un percorso da intraprendere. 

I più letti di calcio