FIFA 19, i cinque errori più curiosi del gioco

Calcio

È uscito il nuovo FIFA 19, aggiornato e perfezionato per la nuova stagione. Immancabili, però, dei curiosi errori nel gioco: da Bellerin e Jorginho per niente somiglianti alla realtà a un Mbappé imprendibile, passando per la contestazione dei tifosi del Newcastle

CECH CON IL CASCHETTO ANCHE FUORI DAL CAMPO: 'RIMPROVERO' ALLA FIFA

NUOVO STADIO DEL TOTTENHAM? LO SVELA FIFA 19

È finalmente ritornato FIFA, il gioco dell'EA Sports che ogni anno coinvolge tantissimi ragazzi in tutto il mondo. L'attesa è finita, gli appassionati potranno quindi sfidarsi nelle tantissime modalità previste. Questo gioco, nel corso degli anni, è stato sempre più perfezionato, sia per quanto riguarda la giocabilità che per quanto riguarda le grafiche inerenti ai calciatori e agli stadi. Non mancano, però, le curiosità e gli errori, spesso anche simpatici da vedere. E in questi primi giorni, alcuni appassionati, hanno condiviso sui social gli errori più strani di FIFA 2019.

Cech con il caschetto anche fuori dal campo

Il più curioso è sicuramente quello riguardante Peter Cech. Il portiere dell'Arsenal, da qualche anno, gioca con un caschetto protettivo, dopo quel colpo subito in un Reading-Chelsea nel 2006/2007 in cui riportò un serio problema al cranio. Il gioco, chiaramente, riporta fedelmente 'il look' del ceco in campo e, anche in FIFA, Cech gioca con il caschetto protettivo. La cosa curiosa, però, è che il portiere dell'Arsenal è raffigurato così anche al di fuori del campo. Sui social, infatti, gira una foto in Cech è ritratto al momento delle contrattazioni proprio con il caschetto in testa. Un curioso errore da parte di FIFA 19,

Bellerin con i capelli corti

A Hector Bellerin, invece, non è servito far crescere i capelli in tutti questi anni. L'esterno dell'Arsenal, secondo FIFA, ha ancora i capelli corti. Nel gioco, quindi, lo spagnolo è rimasto ancora qualche anno indietro.

Jorginho... non è Jorginho

Non è basto un investimento da 57 milioni più 8 di bonus e un grande inizio di stagione a Jorginho per avere un occhio di riguardo in FIFA 19. L'ex regista del Napoli, infatti, nel gioco non è per niente somigliante alla realtà.

Mbappé è imprendibile

A 20 anni ha già vinto due titoli di campione di Francia, una coppa di Francia, una coppa di Lega e un Mondiale. Tutto da protagonista. Il mito di Kylian Mbappé esplose al Monaco, in quella stagione in cui ancora 18enne trascinò la squadra del Principato al successo in patria, interrompendo il dominio del PSG, e in semifinale di Champions League. Si tratta semplicemente di un fenomeno. Ma in FIFA, Mbappé, è addirittura imprendibile. Nel gioco, infatti, il talentuoso attaccante francese è praticamente impossibile da fermare e, sul web, circolano alcuni video in cui dei giocatori camminano palla al piede con Mbappé indisturbati prima di calciare in rete. Se lo incontrate, quindi, inutile affrontarlo, non vi resta che sperare che perda palla da solo.

St James' Park troppo realistico

Ci sono delle imperfezioni e altre cose... troppo perfette! Come St James' Park, stadio del Newcastle. Nel gioco, infatti, c'è addirittura lo striscione “Ashley out”, utilizzato dai tifosi del club inglese per contestare il presidente. Errore? In questo caso no. Ma è curioso come i tifosi del Newcastle siano stati rappresentati in modo fin troppo fedele rispetto alla realtà.

I più letti di calcio