Da Lorenzo Pellegrini a Marcus Rashford passando per Felipe Anderson: è la giornata dei gol di tacco. VIDEO

Calcio

Dal derby Roma-Lazio a West Ham-Manchester United di Premier League: tre reti spettacolari segnate allo stesso modo, tra fantasia e istinto, per un sabato di prodezze sull'asse Roma-Londra

ROMA, PASTORE SEGNA ANCORA D TACCO

Tra Roma e Londra saranno 1500 chilometri in linea d'aria o giù di lì. In questo pazzo sabato pomeriggio di fine settembre la capitale italiana e quella inglese sembrano più vicine che mai. Minor comune denominatore? Il calcio e la classe dei suoi interpreti. Felipe Anderson, Lorenzo Pellegrini, Marcus Rasford: tre gol d'autore e tutti con il tacco. Uno più bello dell'altro. Un mix di talento, istinto, follia. La palla che arriva leggermente dietro: o la colpisci così o sei morto. Non ci sono alternative. Se segni sei un genio, se la manchi un illuso. Questione di secondi.

Tacco numero 1: Felipe Anderson

Il valzer del tacco lo inaugura Felipe Anderson, al minuto 5 di West-Ham-Manchester United: Zabaleta si sovrappone sulla destra e va al cross basso. L'ex Lazio va in anticipo come fanno i classici numeri 9, beffa i due centrali dei Red Devils, e batte De Gea. Ai meno attenti potrebbe sembrare un tocco d'esterno, come se ne vedono tanti. Il replay chiarisce i dubbi: è un "golazo", di tacco. Non male come primo gol in Premier per il talento brasiliano, arrivato dalla Lazio in estate e ancora all'asciutto con la maglia degli Hammers. Sino alla meraviglia di oggi.

Tacco numero 2: Marcus Rashford

La risposta dello United si chiama Marcus Rashford. È il minuto 71, la squadra di Mourinho sta perdendo 2-0 e il giovane attaccante della nazionale inglese decide di riaprirla con una magia. Di tacco, il secondo della partita. Corner dalla sinistra, il numero 10 salta in anticipo sul primo palo e rianima i Red Devils, prima che Marko Arnautovic chiuda i conti pochi minuti più tardi. Resta l'unico bagliore targato United in un pomeriggio da incubo per gli uomini di Mou.

Tacco numero 3: Lorenzo Pellegrini

Da un Olympique Stadium a un altro, quello di Roma. È il 45' e il derby è ancora inchiodato sullo 0-0. Lorenzo Pellegrini è entrato da 8 minuti al posto dell'infortunato Javier Pastore. Uno specialista del gol di tacco, visto che il Flaco ne ha già messi a segno due in questo inizio di stagione. Pellegrini sfrutta un rimpallo, la difesa biancoceleste dorme e il giovane centrocampista che fa? Segna proprio di tacco, ovviamente. Uno strano scherzo del destino di uno strano pomeriggio di fine settembre. Tre prodezze in fotocopia sull'asse Roma-Londra. Tre gol meravigliosi da stropicciarsi gli occhi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche