Neymar e la 10 del Brasile: "Non la volevo, mi ha obbligato Dani Alves"

Calcio

Il talento del Paris Saint-Germain svela un curioso retroscena sulla maglia numero 10 del Brasile: "Volevo indossare la 7 di Robinho o l'11, ma sono stato obbligato da Dani Alves prima della Confederations Cup"

MUNDO: NEYMAR VUOLE TORNARE, BARÇA CI PENSA

BRASILE, MIRANDA AL FOTOFINISH: 1-0 ALL'ARGENTINA

Un numero che ormai lo rappresenta – nel suo club così come in Nazionale – ma che, in realtà, non avrebbe voluto indossare se non 'costretto' da Dani Alves. Neymar e la maglia numero 10 del Brasile, storia di un amore tutt'altro che spontaneo. “Il mio principale idolo è sempre stato Robinho, tanto che al Santos volevo giocare con il suo numero 7 e così ho iniziato a farlo. Dopo, quando è tornato, ovviamente ho ceduto a lui quello che era il suo numero e ho preso l’11 che era la seconda scelta che più mi piaceva", racconta proprio Neymar in un’intervista rilasciata a UOL Esporte. Il fuoriclasse del Paris Saint-Germain svela poi quando e come è arrivata la decisione di indossare la maglia numero 10 del Brasile: "Prima della Confederations Cup il Commissario tecnico era Scolari e stava distribuendo le numerazioni per rendere ufficiali i numeri di maglia. Io – prosegue Neymar – gli dissi che mi piacevano il 7 e l’11 ma in quel momento Dani Alves, che era vicino a me, mi ha guardato e mi ha detto 'tu sei il 10, prendilo. Devi assumerti la responsabilità di vestire quel numero'". Detto, fatto. Un consiglio/obbligo arrivato dunque Dani Alves, giocatore con cui Neymar ha condiviso l’esperienza al Barcellona, nella Nazionale verdeoro e adesso nel Paris Saint-Germain.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.