Gioca a basket il sosia di Ibrahimovic, Nihad Djedovic: "Mi chiedono foto ogni volta che esco di casa"

Calcio

Stesso viso, stessa espressione e anche stessa altezza, ma sport completamente diversi. Gioca a basket il sosia di Ibrahimovic: “La gente vede qualcosa in me che ricorda Zlatan - dice Nihad Djedovic - continuano a chiedermi foto e scambiarmi per lui"

TUTTI I SOSIA NEL MONDO DEL CALCIO. FOTO

I SOSIA DELL'ULTIMO MONDIALE DI RUSSIA. FOTO

Sguardo, altezza, origini, barba e baffi, e ora anche quei capelli più lunghi che lo fanno sembrare ancora più simile a Zlatan Ibrahimovic. Parola di Nihad Djedovic, di mestiere guardia o ala piccola del Bayern Monaco dove in Germania ha vinto due campionati e due coppe nazionali. Il cestista bosniaco ha raccontato alcuni simpatici aneddoti della sua vita fuori dal parquet nel video pubblicato dal profilo social ufficiale dell’Eurolega di basket: “Sì è vero, ci somigliamo - dice Djedovic in riferimento al più celebre Ibra -, la gente vede qualcosa in me che ricorda Zlatan. Da quando mi sono fatto crescere i capelli tante persone mi scrivono e mi taggano sui social network scambiandomi per lui. La scorsa estate sono stato a Parigi qualche giorno e ogni secondo c’era qualcuno che mi fermava per chiedermi una foto: è stato incredibile”.

Sosia

Incredibile come lo è anche la somiglianza tra i due, persino nelle singole espressioni del volto. Come Nihad, di nascita, anche Ibra ha infatti origini bosniache da parte di padre e, per quanto i due rispettivi luoghi di nascita siano separati chilometri e chilometri, anche lì c’è una curiosa assonanza: di Višegard il cestista del Bayern, cittadina della Bosnia cento chilometri ad est di Sarajevo, di Rosengård Ibrahimovic, sobborgo della sua Malmö in Svezia. Divertente è poi anche il fotomontaggio proposto sempre dai social media manager dell’Eurolega, con una rivisitazione della prima autobiografia dello svedese “Io, Ibra” (“I am Zlatan” nella versione inglese), con la divertente riedizione su misura per Nihad Djedovic: “Io, NON SONO Ibra”. Capito?

I più letti di calcio