Pelè: "Io e Mbappé ci assomigliamo. Neymar è diventato difficile da difendere"

Calcio

Dal Brasile, Pelè parla di Kylian Mbappé: "Tutto il mondo mi paragona a lui, mi assomiglia molto alla sua età e ha vinto un Mondiale a 19 anni". Il debole è però per Neymar, a cui non risparmia però qualche critica: "È un calciatore più completo, ma è diventato difficile difenderlo dopo tutte le cose che ha fatto"

NIENTE PALLONE D'ORO? NEYMAR SI DEDICA AI VIDEOGIOCHI

TROFEO KOPA 2018: MBAPPÉ È IL MIGLIOR GIOVANE

“Tutto il mondo mi paragona a Mbappé”. A parlare è O Rei, Pelè. Dal Brasile, uno dei più grandi della storia del calcio incorona il talento francese del Paris Saint-Germain, riscontrando in lui una certa somiglianza anche fisica: “Lui ha vinto un mondiale a 19 anni (il brasiliano a 17, in Svezia) - ha spiegato al quotidiano Folha de Sao Paulo - Quando ci siamo visti mi ha reso omaggio, mi assomiglia molto alla sua età, ma sono passati 40 anni da quando ho smesso di giocare“. Nel confronto diretto tra i classe 1998 del Psg e il compagno di squadra Neymar, però, Pelè continua a preferire il secondo, anche se non risparmia le critiche sul suo atteggiamento in campo e fuori, che non passano inosservate: “Neymar è un calciatore più completo - ha aggiunto - anche se in Europa tutti parlano più di Mbappé. È però diventato difficile difenderlo dopo tutte le cose che ha fatto. Ho parlato con lui più volte e gli ho detto che ha un talento da vendere, che Dio gli ha dato un grande dono, ma che spesso è lui a complicare tutto".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche