X Factor 2018: il vincitore Anastasio e il tifo di Maurizio Sarri

Calcio

Una canzone scritta quando allenava il Napoli, l’incontro tra i due e anche una sigaretta autografata. Oggi Anastasio vince X-Factor. E tra i suoi tifosi c’era anche Maurizio Sarri

IL RACCONTO DELLA FINALE DI X FACTOR

LO SKY RACING TEAM VR46 HA L'X FACTOR

Un tatuaggio di Maradona indelebile sulla pelle e una passione per il Napoli e Maurizio Sarri. Anastasio vince X-Factor e tra i suoi tanti sostenitori c’era anche l’allenatore oggi nel Chelsea. L’idolo che diventa tifoso, dalla canzone scritta in suo onore quando ancora il talent targato Sky era lontano, e lui si firmava “Nasta”, alla sigaretta autografata ai tempi del Napoli. Una sintonia tra strofe delle sue canzoni e il modo di vedere il calcio dell’uomo andato vicinissimo all’impresa scudetto. Ora i due sono lontani: da Milano all’Inghilterra, dove però è volato un messaggio carico di affetto: “Continua così, non mollare”. E un grande augurio per la vittoria finale che forse ha dato una spinta in più al ragazzo che un tempo gli dedicava le sue strofe.  

La canzone "Come Maurizio Sarri"

Ma di cosa parlava esattamente la canzone "Come Maurizio Sarri” scritta da Anatasio? Il pezzo, ovviamente un rap nel suo stile, è un inno a un allenatore cresciuto nei campi di periferia e che ha sempre anteposto la parte estetica del suo calcio al pragmatismo vincente che si insegna nei «piani alti». Il tutto sintetizzato nella frase manifesto: "Noi portiamo la bellezza dell'esproprio proletario". "Lo faccio per passione come Maurizio Sarri. Niente giacca e cravatta come Maurizio Sarri. Sto con la barba sfatta come Maurizio Sarri". E, come Maurizio Sarri, anche Anastasio adesso punta a diffondere il "bello", partendo dal basso, ovviamente. E vince X-Factor. Che ora sia lui a dare una spinta decisiva a Sarri in Premier ed Europa League?

I più letti di calcio