Troppo bassi, troppo grassi, in certi casi ritenuti addirittura privi di talento. Le motivazioni con cui alcuni campioni, da bambini, sono stati scartati ai provini sono spesso difficili da credere. Storie di "sviste" che avrebbero cambiato il calcio