Beckham e la statua a Los Angeles: il perfido scherzo di James Corden. VIDEO

Calcio

Uno scherzo decisamente ben riuscito quello architettato da James Corden, conduttore televisivo britannico. La statua mostrata allo Spice Boy è ben lontana dalla realtà e l'ex United non sembra per nulla convinto...

GALAXY, STATUA IN ONORE DI BECKHAM. FOTO

David Beckham così deluso in volto, probabilmente, non lo si è visto neanche nella peggior partita della sua carriera. Una faccia sgomenta, quasi inorridita da quanto appena visto. Il 'merito' è di James Corden, conduttore britannico del Late Late Show che ha voluto fare un perfido scherzo all'ex stella dello United, suo caro amico. Il tutto è avvenuto circa un mese fa, quando lo Spice Boy ha ricevuto uno splendido omaggio dal suo vecchio club, i Los Angeles Galaxy: una statua in suo onore posta a pochi metri dallo StubHub Center, l'impianto che ospita le partite casalinghe della squadra californiana. Allora non è emerso, però, quanto è accaduto prima. Gli scultori della statua, infatti, hanno 'scoperto' in anticipo a Beckham la statua prodotta. Peccato che non assomigliasse per nulla al 43enne inglese. Il suo sorriso, ricco di aspettative, si è trasformato in incredulità nel momento in cui l'opera è stata svelata, con Corden dietro le quinte a sbellicarsi dalle risate.

Dopo un silenzio durato qualche minuto, Beckham ha avuto il coraggio di esporre le critiche: "Guarda il mento e non solo, non mi assomiglia per niente - ha rimproverato il classe '75 -. E guarda il sedere! Questo, decisamente, non sono io. L'unica cosa fatta bene sono i capelli, ma è fuori discussione che questa statua venga presentata allo stadio. Quando l'ho vista da Chicago non mi sembrava affatto così". Nella speranza di trovare qualche lato positivo, l'imminente arrivo dei familiari ha preoccupato ulteriormente Beckham: "Arriverà mia moglie, ci saranno anche i miei genitori - ha aggiunto l'ex Nazionale inglese -. Neanche le braccia sono fatte bene, guarda come sono lunghe!". Becks non riusciva a credere e ad accettare di essere rappresentato in quel modo, ma si è poi tranquillizzato quando la verità è venuta a galla. Corden ha ordinato di distruggere la statua fasulla e, dall'ombra, è comparsa la reale e fedele riproduzione del calciatore che gli ha restituito il sorriso. Il presentatore tv ha confessato lo scherzo e i due, in un momento di grande ilarità, si sono abbracciati, generando grandi sorrisi a tutti i protagonisti coinvolti.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche