Corea del Sud-Colombia, Falcao perde la testa: lancia il kit medico per protesta

Calcio

L'attaccante colombiano infuriato per le continue perdite di tempo dei calciatori coreani nell'amichevole persa dalla sua Nazionale: proteste con l'arbitro e kit medico lanciato via

VENEZUELA SENZA MAGLIE, RINCON: "UNA VERGOGNA"

Nella sua carriera si è sempre guadagnato le prime pagine dei giornali per i tanti gol e le grandi giocate, questa volta però il 'colpo di testa' di Radamel Falcao è di quelli da… censurare. All'attaccante colombiano di proprietà del Monaco, infatti, sono saltati i nervi nei minuti finali dell'amichevole persa per 2-1 dalla sua Nazionale contro la Corea del Sud. Entrato in campo a trenta minuti circa dalla fine dell’incontro con l’obiettivo di provare a riportare il risultato sul punteggio di parità, Falcao non ha per nulla gradito le continue perdite di tempo – secondo lui non punite dall’arbitro – dei calciatori coreani, pronti a tutto pur di interrompere il ritmo avversario e 'spezzettare' il più possibile il match. Un comportamento che ha fatto infuriare Falcao, che a pochi minuti dal termine dell’incontro si è reso protagonista di un gesto davvero incredibile: l’attaccante colombiano ha lanciato con vigore fuori dal campo la valigetta contenente i medicinali presente vicino alla porta. Un gesto che gli è costato il cartellino giallo e, vista la sconfitta finale, una dose ulteriore di rabbia e delusione.

I più letti di calcio