Messico, Maradona pro Maduro e contro Trump: ora rischia una squalifica

Calcio

La federazione ha aperto un fascicolo contro l'argentino per le sue parole dopo l'ultima vittoria in campionato: vietata ogni presa di posizione di carattere politico, razziale e discriminatorio

QUEEN FT. MARADONA: COSÌ NACQUE IL GOL DEL SECOLO

MARADONA: "ARGENTINA DA FILM HORROR"

Anche nell'ultima partita è arrivata una vittoria coi suoi Dorados de Sinaloa: ora Maradona è in piena zona playoff con l'obiettivo della promozione ma, a fermarlo, potrebbe essere una squalifica. Nel mirino della federazione messicana sono finite le sue parole in conferenza stampo dopo il 3-2 rifilato al Tampico Madero, dove il Pibe de Oro avrebbe violato, come recita il comunicato ufficiale, "gli articoli 6, 7, 9, 10 e 11 del codice etico federale - secondo cui - tutte le persone coinvolte nella federazione devono rispettare la dignità delle persone e astenersi dal compiere qualsiasi atto discriminatorio per ragioni di genere, razza, origine etnica, nazionalità e opinione politica".

Le parole che hanno portato all'apertura di un fascicolo nei confronti di Maradona sono state quelle di appoggio a Nicolás Maduro e contro il presidente americano Donald Trump: "Dedico la vittoria a Maduro e al popolo venezuelano che sta soffrendo a causa dalla politica degli yankees, convinti di poter controllare tutti solo perché possiedono l’arsenale più potente al mondo - ha detto l'argentino -. Noi non ci faremo comprare da quel burattino di Trump". Ora c'è attesa per il verdetto della commissione disciplinare.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.