Sollievo Pelé: solo una forte febbre. Non è in gravi condizioni

Calcio

L’ex campione brasiliano era stato ricoverato martedì sera dopo l’incontro con Mbappé con una febbre molto alta. I controlli non hanno evidenziato altri problemi, per cui si tratta solo di una brutta influenza. Ad ottobre compirà 79 anni

PELÈ: "MBAPPÈ MI SOMIGLIA"

PELÈ RICOVERATO A PARIGI CON FEBBRE E SPASMI

Una preoccupazione che va sempre più riducendosi, quella per Pelé, che martedì sera era stato ricoverato in ospedale per un malore. L’ex campione brasiliano, 78 anni, aveva incontrato poco prima Kylian Mbappé, che è stato individuato anche da lui come suo possibile erede. Il ricovero è avvenuto a Parigi per scopi precauzionali, i controlli effettuati nell’immediato non hanno evidenziato nessuna problematica e nelle ultime ore sembrano essere più chiare le cause: si tratterebbe di una forte influenza, ma fortunatamente nulla di grave, come riportano diversi media brasiliani fra cui O Globo. Peraltro, l'incontro di ieri era stato organizzato per l'autunno 2018 ma era stato rinviato per le condizioni di Pelé, purtroppo non nuovo nell’ultimo periodo a problemi di salute.

Gli acciacchi di Pelé

Negli ultimi anni, sono state diverse le limitazioni che il fisico ha imposto a Pelé, che il prossimo 23 ottobre compirà 79 anni. Il brasiliano, ai Giochi Olimpici del 2016, era apparso in condizioni di salute precarie e non fu in grado di accendere la torcia olimpica a Rio. Al sorteggio dei Mondiali 2018, invece, si presentò in sedia a rotelle per i postumi di un'operazione all'anca. Qualche anno prima, nel novembre 2014 fu ricoverato in un reparto intensivo di ospedale per una grave infezione urinaria, per poi essere operato alla prostata pochi mesi dopo.

I più letti di calcio