Morte Maradona, rinviati al 14 giugno gli interrogatori dei 7 imputati

argentina

Rinviati al 14 giugno gli interrogatori delle sette persone indagate per la morte lo scorso 25 novembre di Diego Armando Maradona. Sono tutti accusati di omicidio colposo con aggravante

Rinviati al 14 giugno gli interrogatori delle sette persone indagate per la morte di Diego Armando Maradona. Gl interrogatori dei componenti dell'equipe medica di Maradona accusati di "omicidio colposo con aggravante" avrebbero dovuto iniziare lunedì. Rischierebbero tra gli 8 e i 25 anni di carcere. La procura di San Isidro, incaricata delle indagini, ritiene che la morte di Maradona sia il risultato di una cattiva condotta professionale e negligenza da parte dell'équipe medica che ha causato il peggioramento dello stato di salute e la morte del fuoriclasse argentino avvenuta il 25 novembre 2020..

Gli indagati

Sono sette le persone imputate di presunto omicidio volontario (reato per il quale sono previste pene da 8 a 25 anni di carcere) dai pubblici ministeri che indagano sulla morte di Diego Armando Maradona, avvenuta lo scorso 25 novembre. L'équipe sanitaria che ha assistito il campione argentino negli ultimi giorni di vita avrebbe, secondo gli inquirenti, operato in modo inadeguato, carente e spericolato. I sette imputati sono gli infermieri Ricardo Omar Almirón e Dahiana Gisela Madrid, il coordinatore Mariano Perroni, il medico che ha stabilito il ricovero domiciliare, Nancy Forlini, lo psicologo Carlos Ángel Díaz, la psichiatra Agustina Cosachov e il neurochirurgo Leopoldo Luque, medico di base di Maradona. Inizialmente dovevano essere chimati a deporre il 31 maggio.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche