Livorno escluso dalla Serie D: scompare la storica società amaranto

Calcio
LIVORNO, ITALY - OCTOBER 26: General view during the Serie B match between AS Livorno and Pisa SC at Stadio Armando Picchi on October 26, 2019 in Livorno, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Il Livorno è stato escluso dal prossimo campionato di Serie D: lo ha annunciato questo giovedì la Lega Nazionale Dilettanti che ha bocciato la posizione del club amaranto e ha ritenuto "non ammissibile" la sua domanda di iscrizione per il prossimo campionato. Il sindaco di Livorno ha già fatto sapere di essersi attivato per la ricerca di nuovi investitori

Il Livorno non è stato ammesso al prossimo campionato di Serie D. Lo ha annunciato questo giovedì il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti che si era riunito per discutere i temi relativi alle ammissioni ai campionati nazionali di Serie D. La sentenza è quindi arrivata: "La domanda di iscrizione del Livorno è stata ritenuta non ammissibile per la non disponibilità dell’impianto di gioco oltre al non assolvimento degli obblighi finanziari", riporta il comunicato della Lega Nazionale Dilettanti. È il punto più basso di sempre nei 106 anni di storia del club amaranto: adesso il sindaco della città, Luca Salvetti, ha già fatto sapere di essersi già attivato per la ricerca di nuovi investitori che facciano ripartire la vita del club il prima possibile.

Livorno escluso dalla D: il comunicato della LND e le parole del sindaco

leggi anche

Cosenza in B, Coni respinge il ricorso del Chievo

Questa la parte relativa al Livorno apparsa nel comunicato della Lega Nazionale Dilettanti in merito alle ammissioni in Serie D: "La Co.Vi.So.D (Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio Dilettantistiche, ndr) ha espresso parere negativo sulla posizione del Livorno Calcio. La domanda di iscrizione del club labronico è stata giudicata non ammissibile per la non idoneita' del campo di gioco indicato in luogo della non disponibilità dell'impianto comunale, oltre al non assolvimento degli obblighi finanziari". Dopo il comunicato e la senteza, sono arrivate anche le parole del sindaco della città, Luca Salvetti: "Con questa decisione si chiude contemporaneamente la pagina più bella del Livorno Calcio, arrivato alla Coppa Uefa, e la pagina più brutta determinata negli ultimi tempi da una gestione scellerata. La Federazione ora dovrà farci sapere che fine farà il titolo sportivo e in quale categoria intenderà farci ripartire. Da parte mia metterò su una procedura per individuare un soggetto interessato al futuro Livorno", ha riportato ad ANSA.