Il coming out di Josh Cavallo: "Sono orgoglioso, voglio aiutare a migliorare il calcio"

AUSTRALIA
Foto Twitter @JoshuaCavallo
josh_cavallo_coming_out_twitter

Il centrocampista dell'Adelaide United: "Crescendo ho sempre sentito la necessità di nascondermi. So che ci sono altri giocatori che vivono in silenzio. Voglio aiutare a cambiare tutto questo, per dimostrare come tutti siano i benvenuti". Sui social il supporto di Piqué, Griezmann, di Barcellona, Juve e Pau Gasol: "Grazie per questo passo in avanti per lo sport"

Australia, A-League, massima serie del calcio nazionale. Joshua - per tutti Josh - Cavallo gioca nell'Adelaide United, di mestiere fa il centrocampista centrale, è un classe 1999. E sui social ha annunciato di essere gay. "Oggi sono finalmente pronto a parlare di qualcosa di personale, sono orgoglioso di annunciare pubblicamente che sono gay" - sono le sue parole postate nel lungo messaggio, supportato e retwittato da grandi campioni dello sport come Piqué ("Non ho il piacere di conoscerti ma voglio ringraziarti per questo tuo gesto, stai aiutando il calcio a fare un passo avanti"), Griezmann ("Sono fiero di te") e Pau Gasol ("Grazie per questo passo avanti per lo sport"). Ma anche, tra le altre, di Barcellona e Juve. Il centrocampista della nazionale (giovanile) australiana ha proseguito: "È stato un viaggio arrivare a questo punto della mia vita, ma non potrei essere più felice della mia decisione. Ho combattuto la mia sessualità per oltre sei anni ormai, ma ora sono felice di smettere di farlo. Le persone che mi conoscono sanno quanto io sia riservato - prosegue lui su Twitter -. Crescendo ho sempre sentito la necessità di nascondermi perché mi vergognavo. Mi vergognavo di non poter mai fare ciò che amavo ed essere gay. Nascondere chi sono veramente per inseguire un sogno che ho sempre desiderato fin da bambino, giocare a calcio ed essere trattato allo stesso modo non è mai stata una possibilità".

"Tutti sono i benvenuti nel calcio"

E ancora: "Ho dovuto imparare a mascherare i miei sentimenti per adattarmi allo stampo di un calciatore professionista, essere gay e giocare a calcio sono due mondi che non si erano mai incrociati. Ho vissuto la mia vita presumendo che questo fosse un argomento di cui non si sarebbe mai parlato. Nel calcio - prosegue Josh - hai solo una piccola finestra per raggiungere la grandezza, e fare coming out pubblicamente potrebbe avere un impatto negativo sulla carriera. So che ci sono altri giocatori che vivono in silenzio. Voglio aiutare a cambiare questo, per dimostrare che tutti sono i benvenuti nel gioco e meritano il diritto di essere se stessi".

"Voglio aiutare a migliorare il calcio"

"È sorprendente sapere che non ci sono altri giocatori gay dichiarati in attività - ha concluso Josh Cavallo -, non solo in Australia ma nel mondo. Spero che questo possa cambiare rapidamente in futuro. Spero che, facendo vedere chi sono, possa anche mostrare a chi si identifica con la comunità LGBTQ+ di essere tutti i benvenuti nel mondo del calcio. Dal momento che il calcio continua ad espandersi, voglio aiutarlo per una crescita ulteriore, e far sì che altri giocatori nella mia situazione non si sentano soli. Sono incredibilmente grato per il supporto ricevuto, alla mia famiglia, ai miei amici, alla mia squadra".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche