Mls, Ibrahimovic subito protagonista nei Los Angeles Galaxy: che gol all'esordio

Calcio

Zlatan Ibrahimovic subito protagonista in Mls. Nella partita d'esordio negli Stati Uniti lo svedese entra al 71' con i Galaxy sotto 1-3 nel derby di Los Angeles e dopo appena sei minuti si inventa una straordinaria rete da 40 metri. Poi nel recupero regala i tre punti alla sua nuova squadra

In poco più di una settimana Zlatan Ibrahimovic ha già conquistato gli Stati Uniti, in particolare i tifosi dei Los Angeles Galaxy. Dopo l'annuncio del suo ingaggio dopo la rescissione con il Manchester United e i diversi bagni di folla dei giorni successivi, lo svedese ha fatto il suo esordio nello storico primo derby di Los Angeles. Ibrahimovic, partito dalla panchina, è entrato in campo dopo 71 minuti con i suoi Galaxy sotto 1-3 in casa. Pontius accorcia le distanze al 73', poi la scena se la prende tutta Ibra. Dopo appena 6 minuti si inventa uno straordinario gol dai 40 metri. Ma a uno come lui non può certo bastare, così nel recupero di testa regala la vittoria nel derby ai suoi Galaxy. In otto giorni è diventato un idolo, in 20 minuti ha confermato di essere un fenomeno assoluto anche negli States.

Ibra, che debutti

Se in Mls a Zlatan Ibrahimovic sono bastati appena sei minuti per segnare la prima rete con la maglia dei Los Angeles Galaxy, anche con le altre squadre della sua straordinaria carriera ha impiegato pochissimo tempo per esultare e far gioire i suoi nuovi tifosi. Dopo gli esordi in Svezia con il Malmo, Ibra si è trasferito all'Ajax nell'estate del 2001: alla seconda partita di Eredivisie gol contro il Feyenoord. Nel 2004 il passaggio alla Juventus. Alla prima giornata i bianconeri sono impegnati nella trasferta di Brescia: Zlatan entra nel secondo tempo e al 69' mette il sigillo sulla netta vittoria della Juventus. Nel 2006 ancora un cambio di maglia e una conferma della sua assoluta capacità immediata di inserimento. Prima partita con la maglia dell'Inter in Supercoppa Italiana contro la Roma, non segna ma conquista subito un trofeo. Poi però non si smentisce e nell'esordio in Serie A contro la Fiorentina: assist al 11' per Cambiasso, che al 61' ricambia e regala a Zlatan la prima gioia in nerazzurro. Tre anni dopo si trasferisce a Barcellona e con la maglia blaugrana prima conquista una Supercoppa Europea contro lo Shakhtar e poi punisce lo Sporting Gijon nella prima giornata di Liga. Ibra torna a Milano dopo una sola stagione in Spagna: questa volta indossa però la maglia rossonera del Milan. Il debutto è sfortunato con la sconfitta 2-0 a Cesena nella seconda giornata di campionato, ma quattro giorni dopo lo svedese segna una doppietta all'Auxerre in Champions League. Nel 2012 comincia l'avventura in Francia: alla prima con la maglia del Psg ne segna due al Lorient. La Premier lo chiama nell'estate del 2016 e Ibra si trasferisce al Manchester United. Lo svedese non aspetta nemmeno l'inizio del campionato per rendersi protagonista. Nella Charity Shield segna il gol decisivo contro il Leicester. Infine il derby di Los Angeles...negli Stati Uniti gli bastano sei minuti: Eroe dei due mondi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche