Paraguay, Fernando Ovelar in gol a 14 anni: è il terzo marcatore più giovane della storia del calcio? VIDEO

Calcio

Il giovanissimo classe 2004 parte da titolare per la seconda settimana consecutiva e lascia subito la sua firma, nel Clasico contro l'Olimpia, diventando il più giovane a segnare nel campionato paraguiano e, secondo alcune fonti, il terzo più giovane di sempre al mondo

CACCIATO? IL TIFOSO SEGUE LA PARTITA SU UN ALBERO

Fernando Ovelar, il predestinato. Non c'è termine migliore, probabilmente, per descrivere il giovanissimo calciatore: nato nel 2004, domenica ha vissuto una giornata indimenticabile, stracciando tutte le vecchie pagine di storia calcistica. A soli 14 anni e 302 giorni, infatti, Ovelar ha trovato il suo primo gol da professionista nella Division Profesional paraguaiana, diventando il più di giovane di sempre a riuscirci e battendo il precedente primato di Sergio Diaz. Su una palla filtrante a centro area, il piccolo attaccante del Cerro Porteño si è infilato alle spalle della difesa e con un tocco morbido ha battuto il portiere, rompendo dopo circa un quarto d'ora l'equilibrio nel Clasico contro l'Olimpia. Grande merito va dato al suo allenatore, lo spagnolo Fernando Jubero, che ha avuto il coraggio di affidarsi a un elemento così giovane in uno scontro diretto per il titolo. Il 2-2 finale infatti, frutto di un clamoroso botta e risposta nel maxi recupero tra il 95' e 103', ha lasciato l'Olimpia in testa alla classifica di clausura, con i rossoblù a inseguire a -7 con cinque giornate ancora da disputare.

Gli altri record battuti da Ovelar

Il piccolo Fernando ha battuto anche altri diversi primati paraguayani: quello del più giovane a giocare un superclásico (superanto l'ex Cremonese Gustavo Neffa) del più giovane marcatore (battuto proprio il compagno di squadra Roque Santa Cruz, più grande di lui di 23 anni!)

Il terzo gol più giovane al mondo?

E' un dato difficile da trovare, almeno a livello di squadre di club. Ma, secondo l'account twitter spagnolo Mister Chip (affidabile al livello di statistiche), Ovelar sarebbe diventato il secondo più giovane marcatore di club a livello mondiale (meglio di lui solo l'armeno Armen Ghazaryan, che segnò nel 2002 durante Shirak-Lori all'età di 14 anni e 215 giorni), il terzo invece se si comprendono anche i gol segnati con le maglie delle nazionali.

A livello di nazionali, infatti, questa la classifica stilata dal sito Rsssf ("The Rec.Sport.Soccer Statistics Foundation"): 

1) Aung Kyaw Tun (Myanmar) - 14 giorni e 93 giorni
2) Abdel-Karim Saqr (Egitto) - 15 anni e 113 giorni
3) Samuel Johnston (Irlanda) - 15 anni e 160 giorni

Dubbia la posizione in questa speciale classifica di José Brachi, un nazionale uruguayano di inizio '900 che non ha una data di nascita certa e, per questo, la sua età al momento del primo gol in nazionale viene cosiderata fra i 13 anni e 257 giorni ai 15 e 256 giorni.

Ovelar, nipote d'arte

Il classe 2004 sogna di scrivere altre pagine memorabili di questo sport, sulle orme di quanto fatto in patria da Geronimo Ovelar. Il nonno di Fernando, infatti, è stato un grande difensore del Cerro Porteño negli anni '70 e '80, ma ha raggiunto la più grande soddisfazione della sua carriera con la maglia della Nazionale, quando nel 1979 l'Albirroja ha vinto la Coppa d'America. Suo nipote è ancora ai primi passi di quello che potrebbe trasformarsi in uno straordinario percorso professionale, ma se i lampi iniziali tracciano la via giusta vuol dire che in Sudamerica possono cominciare a godersi con largo anticipo la stella del futuro.

I più letti di calcio