Pitana, arbitro della finale Mondiale: "Grande intesa con il Var Irrati". E un augurio al giovane arbitro picchiato

Calcio

Lorenzo Fontani

Parla l'arbitro che ha diretto l'ultima finale dei Mondiali, vincitore del "Premio Giulio Campanati" intitolato allo storico direttore di gara e dirigente. Da lui anche un augurio a Riccardo Bernardini, il giovane fischietto ancora ricoverato a Roma dopo essere stato aggredito al termine di una gara di Promozione

ARBITRO AGGREDITO, PARLA LA MADRE: "SAPEVO SAREBBE SUCCESSO"

L’imponente e istrionico arbitro argentino Nestor Pitana, che ha diretto la gara inaugurale e finale del Mondiale 2018, è il vincitore del Premio Campanati, intitolato allo storico arbitro e dirigente Giulio Campanati. Il riconoscimento verrà consegnato nel pre-partita di Italia-Portogallo, a San Siro. Pitana ci ha raccontato il momento più emozionante della finale ("quello degli inni, quando ho pensato a mio papà che non c’è più”) e della sua intesa con il Var italiano Irrati, che gli ha permesso di concedere un rigore decisivo a favore della Francia. Da Pitana anche un augurio a Riccardo Bernardini, il giovane arbitro ancora ricoverato a Roma dopo essere stato aggredito al termine di una gara di Promozione. “Non bastano la repressione delle forze dell’ordine o le iniziative dell’Associazione arbitri, è necessario che tutti quanti insieme prendano coscienza del problema. La violenza va ripudiata".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche