Boca Juniors, porte aperte alla Bombonera per l'allenamento: migliaia di tifosi allo stadio. E c'è chi resta fuori

Calcio

A due giorni dalla finale di ritorno di Copa Libertadores contro i rivali del River Plate, il club Xeneize ha aperto le porte del suo tempio: davanti ai cancelli della Bombonera si è creata una fila chilometrica. All'interno atmosfera da brividi. Il club: "Ci scusiamo per chi non è riuscito a entrare"

RIVER-BOCA LIVE

Entusiasmo alle stelle in casa Boca Juniors per l'allenamento a porte aperte degli Xeinezes alla Bombonera in vista della finale di ritorno di Copa Libertadores di sabato 24 novembre. Il tempio del tifo gialloblù è stato preso d'assalto dai tifosi, che hanno formato sin dall'alba (la seduta era prevista alle 16 locali, le 20 in Italia) una coda chilometrica. Canti, cori, bandiere e striscioni. Alcuni supporter si sono accampati davanti ai cancelli dalla notte precedente. Alla fine in molti non sono riusciti a prendere posto sugli spalti, tanto che il Boca si è scusato con un tweet. "Ci dispiace, ma siamo tantissimi". Il club ha chiamato a raccolta i suoi seguaci ma l'adesione è andata oltre ogni immaginazione. All'interno dello stadio un'atmosfera da brividi: più che un allenamento il "sound" sembrava quello di una partita vera e propria. E durante la partitella agli ordini dell'allenatore Guillermo Barros Schelotto, i tifosi hanno accolto ogni gol con un boato. A un certo punto c'è stata anche un'invasione: la polizia locale ha subito placcato il fan e Carlos Tevez lo ha "salvato" dalla morsa degli agenti regalandogli la sua maglietta.

Sabato 24 novembre il ritorno

Come per i tifosi dei Millonarios, che all'andata non erano potuti entrare alla Bombonera, anche per i supporter degli Xeinezes la "trasferta" al Monumental, nella tana de nemico, è vietata per ragioni di sicurezza. L'allenamento a porte aperte, annunciato con un tweet sui social dal club, è stata l'ultima occasione per manifestare la propria vicinanza alla squadra prima della finalissima che decreterà il vincitore della Copa Libertadores 2018. Si riparte dal 2-2 dell'andata.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche