Israele, Itzhak Hayk in campo a 73 anni: è il giocatore più anziano di sempre

Calcio

Nuovo primato nel mondo del calcio per il portiere di un piccolo club della quinta categoria nazionale. Il giapponese Miura punta all'inseguimento, ma i casi di Lamberto Boranga e Colin Lee lasciano qualche dubbio

IL CLUB DEI CALCIATORI IN CAMPO A 40 ANNI

MIURA: "VOGLIO GIOCARE FINO ALLA MORTE"

L'età? Solo un numero. O almeno così deve pensarla Itzhak Hayk, da pochi giorni ufficialmente il detentore del nuovo record da Guinness dei primati come calciatore più anziano di sempre ad aver disputato una partita ufficiale. È successo in Israele, a 73 anni (quasi 74) in una gara di quinta divisione nazionale; e poco importa se il suo Maccabi Ironi Or Yehuda ha perso 4-1 contro il Ramat Israel. Il record rimane, così come la sua storia di amore per il calcio (e per i guantoni) che lo legano a tanti altri uomini da record. Il precedente primato apparteneva all'uruguaiano Robert Carmon, che giocò per il Club Pan de Azúcar a 53 anni e 182 giorni il 30 ottobre del 2015. Mentre tra i "vecchietti" ancora in attività impossibile non citare Kazuyoshi Miura, che sta per cominciare la sua 34^ stagione da giocatore professionista. "La mia unica volontà è quella di continuare a giocare a calcio, possibilmente fino alla morte" - ha detto recentemente a L'Equipe. Ma per battere Hayk, col giapponese da poco 52enne, la strada è ancora lunga.

E gli altri?

Il record del portiere Itzhak Hayk è stato ufficialmente riconosciuto dal Guinness dei primati: stretta di mano, targa e un posto nel prossimo libro insieme all'uomo più alto del mondo e alla donna barbuta più giovane del mondo; nonostante ci siano almeno due casi che lasciano qualche dubbio. Quello made in Italy risponde al nome di Lamberto Boranga - ex portiere di Perugia, Reggiana e Cesena - classe 1942 e, nel 2018, in campo a 75 anni compiuti tra i pali della Marottese nel campionato di Terza Categoria. Per lui una nuova vita, dopo la "prima" carriera calcistica, tra atletica (con svariati ori e record mondiali di categoria), nuoto e, di nuovo, calcio. Ma senza riconoscimenti dal Guinness. 

Lamberto Boranga, nel 2011 al tempo 69enne, in allenamento col Papiano, club della seconda categoria umbra (foto Ansa)

Tre generazioni in campo

In Inghilterra SPORTbible racconta invece la storia di Colin Lee, altro uomo dimenticato dal grande libro dei record. Il 79enne portiere gioca tutt'ora nella Sunday League, cioè come chiamano oltremanica il calcio dilettantistico, e non ha intenzione di smettere anche quando spegnerà 80 candeline. Tifoso del  Wolverhampton e con Ryan Giggs come idolo, scende spesso in campo insieme al figlio 50enne Colin Jr. e al nipote Tom, 21enne. Perché l'amore per il calcio non ha età. 

(Foto Twitter @sportbible)

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.