Russia, Kokorin e Mamaev condannati per aggressione

Calcio

18 e 17 mesi di carcere: i due calciatori di Zenit e Krasnodar sono stati condannati per aver aggredito delle persone in un bar nel centro di Mosca nello scorso mese di ottobre

RUSSIA, KOKORIN E MAMAYEV SCARCERATI

Il tribunale distrettuale Presnensky di Mosca ha condannato i due giocatori di calcio russi, Aleksandr Kokorin, dello Zenit di San Pietroburgo, e Pavel Mamaev, del Krasnodar a 18 e 17 mesi di carcere, dopo averli giudicati colpevole per l'aggressione, lo scorso anno, a un funzionario pubblico di origine coreana, Denis Pak, in un bar di Mosca. Sono stati arrestati lo scorso ottobre. L'aggressione era avvenuta dopo che Pak, che lavora al ministero dell'Industria, li aveva ripresi per il loro comportamento sopra le righe in un bar del centro di Mosca. Pak era stato colpito alla testa con una sedia e preso a schiaffi. Dopo l'aggressione a Pak, i due avevano assalito l'autista della giornalista televisiva Olga Ushakova.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.