Cuba, Yasmani Lopez diserta durante la Gold Cup: il capitano abbandona il ritiro

Calcio

Lo scrive El Nuevo Herald, quotidiano statunitense in lingua spagnola, che riporta l'abbandono del ritiro della Nazionale cubana da parte del proprio capitano durante il torneo in corso della Concacaf. Il ct Mederos non ha più notizie da sabato scorso: "È stata una decisione sua, nessun altro della delegazione ha a che fare con lui". Non è la prima volta che sportivi di Cuba disertano in occasioni di eventi negli Stati Uniti

NOTTE CON ESCORT, IL NICARAGUA ESPELLE TRE GIOCATORI

LE NEWS DI SKY SPORT SU WHATSAPP

Una nuova vicenda di diserzioni coinvolge la Nazionale di calcio cubana, già segnata dallo stesso problema nel 2015. In occasione della Gold Cup, torneo organizzato dalla Concacaf e che coinvolge le rappresentative nord-centroamericane, Cuba perde il proprio capitano e leader Yasmani Lopez. Difensore classe 1987 in forza al club nazionale del Ciego de Ávila, Lopez ha fatto perdere le sue tracce dopo la prima partita disputata a Pasadena e persa 7-0 contro il Messico. Lo riporta El Nuevo Herald, quotidiano statunitense in lingua spagnola, che riprende le parole del Ct Raul Mederos il quale non ha più sue notizie da sabato scorso: "È stata una decisione sua, nessun altro della delegazione ha a che fare con lui". La Nazionale cubana affronterà quindi la Martinica a Denver senza uno dei suoi giocatori più rappresentativi.

Yasmani Lopez aveva già partecipato a cinque edizioni della Gold Cup, tuttavia la sua scelta è solo l’ultima di una serie di storiche diserzioni nel territorio statunitense per chiedere asilo politico: nell’appuntamento della Coppa targato 2015, furono diversi i suoi connazionali a prendere la stessa decisione sebbene le relazioni tra Washington e il regime cubano fossero migliori all’epoca di quelle odierne. E proprio in occasione degli incontri in corso negli Stati Uniti, secondo El Nuevo Herald, Lopez avrebbe approfittato della sua presenza sul suolo americano per abbandonare autonomamente il ritiro e la squadra. Qualora la diserzione fosse confermata, ipotesi che al momento incontra il silenzio riservato dalla sua Nazionale, Cuba perderà un veterano e un leader del gruppo.

I più letti di calcio