Under-17, l'Inter vince lo scudetto: tripletta di Esposito, Roma ko 3-1

Calcio

I nerazzurri hanno battuto i giallorossi nella finale scudetto di categoria: grande mattatore il gioiello classe 2002 Sebastiano Esposito, autore di una tripletta (tra cui un rigore segnato con il cucchiaio). Inutile il gol di Ciervo. Esposito aveva già segnato una doppietta alla Roma nella semifinale Primavera

BARELLA, TENTATIVO ROMA MA LUI VUOLE L'INTER

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

L’Inter ha un diamante tra le mani. Si chiama Sebastiano Esposito, ha 16 anni e ha regalato l’unico scudetto della stagione nerazzurra. La squadra allenata da Zanchetta ha strappato ai pari categoria della Roma il campionato under-17 nella finalissima giocata allo stadio “Benelli” di Ravenna. Protagonista della serata l’attaccante classe 2002, autore di una tripletta. L’attaccante ha segnato su due respinte del portiere giallorosso Boer e ha poi suggellato la sua prestazione da “categoria superiore” con un cucchiaio su calcio di rigore come quello segnato dal suo predecessore in nerazzurro Andrea Pinamonti nell’ultimo mondiale Under 20. Un gesto che dimostra che il ragazzo ha personalità da vendere.

La stagione di Esposito

Il talento nato a Castellammare di Stabia ha impressionato con la nazionale under 17 e anche nella Primavera nerazzurra, con cui ha segnato (sempre alla Roma) una doppietta in semifinale da subentrato. La stagione appena conclusa l'ha visto anche esordire in prima squadra in Europa League: 17 minuti contro l'Eintracht Francoforte negli ottavi di finale, che l'hanno fatto diventare il più giovane calciatore interista ad aver giocato un match europeo. Insomma, Esposito è un gioiello che l'Inter dovrà gestire con estrema cura. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche