Argentina, Dybala attacca l'ex Ct Sampaoli: "Non mi salutava neanche"

Calcio

La Joya non usa mezzi termini parlando dell'ex Ct dell'Argentina, Sampaoli: "Ci siamo parlati prima dei Mondiali, poi più niente. Non mi rivolgeva mai parola, nemmeno per salutarmi. Con Scaloni tutto è cambiato"

ARGENTINA, FINALMENTE DYBALA: PRIMO GOL CON L'ALBICELESTE

DYBALA, OBIETTIVO RILANCIO CON SARRI

In campo solo 20 minuti nell'ultimo Mondiale in Russia, Paulo Dybala usa parole forti nel descrivere il rapporto con l'ex Ct dell'Argentina Jorge Sampaoli: semplicemente, tra loro la distanza era totale. "Non c'era comunicazione tra noi. Avevamo parlato una volta quando era venuto a Torino prima del Mondiale, poi più niente. Non mi salutava neanche", spiega l'attaccante della Juventus. "E' davvero raro che un allenatore non rivolga parola a un proprio giocatore, nemmeno per chiedergli come sta. A me non era mai successo qualcosa di simile", aggiunge Dybala. Tutto è cambiato con l'arrivo di Lionel Scaloni. Con lui alla guida dell'Albiceleste in Copa America Dybala è sceso in campo dal 1' nella finale per il terzo e quarto posto contro il Cile, riuscendo anche ad andare a segno: "Ci siamo confrontati prima dell'inizio della competizione. Mi voleva nel ruolo di centravanti e così è stato, ho giocato da 9. La situazione è radicalmente cambiata con lui", chiarisce Dybala.

I più letti di calcio