Nigeria sotto choc: morto a 31 anni Promise, ex capitano della nazionale olimpica

Calcio

Vittima di un malore accusato nella sua casa di Austin, Isaac Promise, ex capitano della Nigeria olimpica del 2008, è morto all'età di 31 anni, stroncato da un problema al cuore

SERIE A, LE PROBABILI DELLA 7^ GIORNATA

DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

Isaac Promise, capitano della Nigeria finalista del mondiale Under 20 nel 2005 e dell'Olimpiade di Pechino nel 2008, è morto dopo il malore accusato nella palestra della sua casa di Austin. Il giocatore classe 1987 militava negli Austin Bold, squadra iscritta alla Usl, la United Soccer League, seconda lega americana dopo la Msl. La stessa società ha comunicato la sua scomparsa con un messaggio sul proprio sito affidato al presidente Bobby Epstein: "La più grande perdita che può colpire una squadra di calcio non è nel punteggio, ma nella perdita di un compagno di squadra. Con dolore siamo venuti a conoscenza della morte improvvisa di Isaac Promise. L'intera organizzazione del club augura a sua moglie, ai figli e alla famiglia forza e pace per far fronte a questa terribile perdita". Probabilmente è stato un problema al cuore a risultare fatale per Isaac nella serata di mercoledì 2 ottobre.

Isaac, una grande promessa mai sbocciata

Trequartista, è stato capitano e numero dieci della giovane Nigeria che sfidò l'Argentina di Messi nel mondiale Under 20 del 2005 e tre anni dopo nelle Olimpiadi di Pechino. Due finali e due sconfitte contro quello che sarebbe diventato uno dei migliori giocatori di sempre, proabilmente il migliore della nostra epoca. Isaac invece ha utilizzato queste esperienze con la sua nazionale per mettersi in evidenza, riuscendo a ottenere un provino per il Manchester United con il connazionale Obi Mikel, futuro pilastro in Premier con il Chelsea. Il provino però non è andato bene e così Isaac ha dovuto accontentarsi di una carriera periferica in Turchia, dove ha giocato per Trabzonspor, Manisaspor, Antalyaspor, Balıkesirspor, Karabükspor e Giresunspor. Ha giocato anche in Arabia, prima dell'avventura americana. L'ultima della sua vita.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche